Papa Francesco elogia il matrimonio ma se la coppia è infelice è meglio una separazione

di Franca Giansoldati

5
  • 4345
Città del Vaticano  - C’è tanto buon senso pratico nelle parole di Papa Francesco: quando una coppia scopre di non andare più d’accordo, quando i litigi e l’infelicità superano ogni limite, per evitare altre tragedie è meglio la separazione. Alla predica del mattino a Santa Marta, il pontefice raccomanda: «Noi non dobbiamo soffermarci, come questi dottori, su un ‘si può’, o ‘non si può’ dividere un matrimonio. Questo è: alle volte c’è la disgrazia che la coppia non funziona ed è meglio separarsi per evitare una guerra mondiale».

La domanda che pone il Papa riguarda il matrimonio e viene mutuata dalle parole del Vangelo: è lecito o no ad un marito ripudiare la propria moglie? Francesco spiega che  Gesù va oltre questa visione,  «arriva fino alla Creazione e parla del matrimonio che forse è la cosa più bella» che il Signore ha creato in quei sette giorni. «Dall’inizio della creazione Dio li fece maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due diventeranno una carne sola». Francesco sottolinea quanto siano forti queste parole anche se poi «lascia il problema della separazione e va alla bellezza della coppia».


Non tutte le coppie riescono a festeggiare felicemente le nozze di diamante. A volte il matrimoni si trasforma in un inferno. Il Papa ha raccontato di quando ha incontrato una coppia che festeggiava i 60 anni di matrimonio e alla sua domanda: Siete felici, i due si sono guardati e i loro occhi si sono bagnati di lacrime per la commozione e gli hanno risposto: Siamo innamorati!. «E’ vero che ci sono delle difficoltà, ci sono dei problemi con i figli o nella stessa coppia, discussioni, litigi: l’importante è che la carne rimanga una e le difficoltà si superano». Se però si scopre che le liti sono troppo violente, ecco che allora la musica cambia.

Naturalmente per il Papa è doloroso vedere tanti divorzi, ma ancora più spiacevole che si ignora la quantità dei matrimoni che ancora resistono. «E’ doloroso quando questo non è notizia: i giornali, i telegiornali non prendono come notizia, questo. Ma, questa coppia, tanti anni insieme, non è notizia. Sì, notizia è lo scandalo, il divorzio, o questi che si separano – a volte si devono separare, come ho detto, per evitare un male maggiore. Ma l’immagine di Dio non è notizia».

Francesco ripete che non è facile la vita matrimoniale e cita la Prima Lettura tratta dalla lettera di san Giacomo apostolo, che parla della pazienza. Dice che è «forse la virtù più importante nella coppia – sia dell’uomo sia della donna».
 
Venerdì 25 Maggio 2018, 18:36 - Ultimo aggiornamento: 26-05-2018 19:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-05-26 10:29:45
Le aperture di Papa Francesco ai divorziati e queste nuove dichiarazioni vanno tutte verso la stessa interpretazione : chi divorzia non lo fa certo in Chiesa ma in Comune , per cui il vincolo del matrimonio religioso non viene mai reciso, anche se (sempre in Comune) ci si lega con un'altra donna . Interpretazione ineccepibile.
2018-05-25 23:04:39
Diversamente dal titolo non si parla solo di coppia infelice, ma di coppia in guerra, clima di violenza estrema... Non riportate nei titoli solo quello che vi pare e piace.
2018-05-25 23:02:57
Attenti che il Papa parla di separazione non di divorzio. La separazione significa vivere separati, ma senza risposarsi, senza andare da un altra persona. Quindi non facciamo dire al Papa quello che non ha detto e non potrà mai dire.
2018-05-25 22:57:10
Il problema è che tanti matrimoni non sono affatto matrimoni, ma solo una pagliacciata, un "evento" folkloristico come tanti. Non c'è preparazione, responsabilità, serietà. La Chiesa viene scelta, a volte, perchè un ambiente teatrale più adatto alla scenografia, al film, alle foto. Non lo si vive come un sacramento, la società va scristianizzandosi, non si comprende più il valore di una promessa, di un giuramento, della fedeltà, della famiglia. La separazione spesso è indice di immaturità. Non risolve i problemi, ma li sposta da una persona all'altra. Nessuna persona risposata, dopo il divorzio, è felice. Più di tutti i figli.
2018-05-25 22:43:09
Il solito titolo ad effetto. Se poi si legge tutto l'articolo si capisce che il Papa dice tutto il contrario del titolo. E non elogia certamente il divorzio, ma in certe situazioni estreme (violenze inaudite) è il male minore.

QUICKMAP