Papa Francesco illuminato dal Buddha, la sua via porta alla compassione e alla pace in Myanmar

di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - La via del Buddha che si sovrappone a quella di Gesù, almeno alle latitudini del Myanmar, dove la maggioranza buddista (e nazionalista) ha sempre visto  garantito al «buddismo una posizione speciale, dato che è la fede professata dalla grande maggioranza dei cittadini». Il Consiglio Supremo Sangha dei Monaci Buddisti, massima espressione dell'autorità religiosa birmana, stabilisce cosi’ i confini ecumenici mentre Papa Bergoglio sembra fare buon viso a cattivo gioco assimilando in un discorso la via dell'Illuminato al sentiero del Cristianesimo. «Sulla base delle nostre rispettive tradizioni spirituali, sappiamo che esiste una via per andare avanti, una via che porta alla guarigione, alla mutua comprensione e al rispetto. Una via basata sulla compassione e sull’amore».

Fuori dal tempio d'oro, tramite i mezzi di comunicazione, l'ala più radicale del buddismo nazionalista birmano diffonde il suo dissenso. Non apprezza per niente la visita del Papa, né le sue parole. Bergoglio senza scarpe, come impone la tradizione, spiega che per risanare le ferite del Paese «le parole del Buddha offrono a ciascuno una guida: Sconfiggi la rabbia con la non- rabbia, sconfiggi il malvagio con la bontà, sconfiggi l’avaro con la generosità, sconfiggi il menzognero con la verità» . Dalle cronache e dalle immagini trasmesse dai maggiori network affiora più e più volte la parola pace ma a guardare le lacerazioni esistenti sembra più un soggetto mitologico che non un obiettivo raggiungibile nel medio periodo considerando le fratture tra le varie etnie, i conflitti in corso, la crisi dei Rohinghya, le discriminazioni contro i cristiani considerati cittadini di serie B, le tensioni dovute alle infiltrazioni dell'Isis all'interno della comunità musulmana mentre il popolo dei senza nazione è dovuto riparare in Bangladesh per sfuggire allo sterminio ma da dove, anche là, oltreconfine, arrivano voci di altre violenze, stavolta nei campi profughi secondo le Ong internazionali. Il dito puntato è sull’esercito dell’Arakan per la salvezza dei rohingya (Arsa), una formazione estremista nata da poco e che rivendica legami con il cosiddetto stato islamico.

Sarebbero stati loro — assicurano le autorità militari birmane — ad aver acceso la miccia della violenza con attacchi alle postazioni dell’esercito e ai civili. La via dell'Illuminato pare davvero un sogno. Bergoglio spera però possa ispirare «ogni sforzo per promuovere la pazienza e la comprensione, e per guarire le ferite dei conflitti che nel corso degli anni hanno diviso genti di diverse culture, etnie e convinzioni religiose. Tali sforzi non sono mai solo prerogative di leader religiosi, né sono di esclusiva competenza dello Stato. Piuttosto, è l’intera società, tutti coloro che sono presenti all’interno della comunità, che devono condividere il lavoro di superamento del conflitto e dell’ingiustizia». Lo stesso consiglio lo dispensa ai vescovi del Myanmar che dovranno costruire una Chiesa da campo, «e superare divisioni profondamente radicate e costruire l’unità nazionale». Papa Francesco oggi arriva in Bangladesh dove potrà abbracciare i profughi Rohinghya ma dove lo attende una notizia poco rassicurante. Un prete cattolico, padre William Walter Rozario è sparito da lunedì scorso e si pensa sia finito nelle mani di uno dei gruppi della variegata galassia jihadista locale, il Jamayetul Mujahideen Bangladesh. La notizia è stata diffusa dall'agenzia vaticana Fides. «Da lunedì non si hanno sue notizie. Il telefono risulta spento». Il Vescovo della città di Rajshahi, Gervaz Rozario, teme che sia stato sequestrato, ipotesi condivisa dai familiari dato che l'anno scorso, proprio nello stesso villaggio, ci sono state violenze e uccisioni ai danni della minoranza cattolica. Padre Rozario, nell'ultimo periodo, era impegnato a organizzare il viaggio di circa trecento fedeli verso Dacca, in occasione della visita di Papa Bergoglio. Per il Santo Padre si stanno mobilitando tutte le parrocchie di questo paese a maggioranza islamica, dove i cattolici sono 380.000 su una popolazione di circa 170 milioni di abitanti. 
Mercoledì 29 Novembre 2017, 19:23 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre, 16:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2017-11-30 05:55:18
Francesco sei definito Dio sulla terra ? Sei Dio o non lo sei una cosa e' sicuro che il DIO che tu segui e' un Dio GELOSO A LUI NON PIACE che l'uomo che LUI HA CREATO GLORIFICA UN 'ALTRO dio ? Correggimi se sono sbagliato ? ( A riguardo di questo e' scritto nella BIBBIA) . Francesco se tu ami questo popolo digli la verita' che la vita ETERNA si ottiene tramite il "MEDIATORE " CHE SI CHIAMA GESU'.... NON E' COSI??
2017-12-01 04:58:36
e digli pure che I peccati si pagano sulla terra quando si e' ancora in vita. non esiste il paradiso inferno e purgatorio questo se lo e' inventato Dante, ma esiste soltanto la nostra coscienza. La religione Buddista non e' altro che un richiamo di essere buoni , specialmente con gli altri cosa che manca nel mondo occidentale tra cristiani chissa' se Renzi, Berlusconi etc si pensano degli esseri buoni? pensa solo a questo che quando lascerai questo mondo non potrai portarti nulla con te nulla di che ti sei arricchito te ne adrai cosi' nudo come sei nato. certo che il Papa non e' abituato ad alzarsi alle 5 del mattino come I buddisti a pregare per ore ed ore , te lo immagini? io no! I buddisti pregano soltanto ogni giorno dal piu' vecchio al piu' giovane e tutti vestono uguali non c'e' differenza molto diverso tra noi christiani che abbiamo il vestito per la messa , il cappotto nuovo per il due di Novembre ectetc io sono confusa e credo che Gesu; non voleva questo ma forse un altro concetto che e' stato sviato dal imperatore Costantino Gesu' era un Ebreo non dimentichiamolo mai quindi la religione cattolica sta funzianando al rovescio fin dalla notte dei tempi, sono del parere che oggi credo quello che voglio quello che dice la mia coscienza e non la chiesa cattolica io sono parte di Dio e Dio Illumina il mio cammino perche' lui mi Ama, Il mio corpo e' il mio tempio la mia anima la mia chiesa non ho bisogno di preti e parroci non debbo venerare un Papa lui non e' Dio , per esempio gli Iraniani ed altri paesi del Middle eastern vedono il Papa come una figura ma non come una presenza di Dio da Venerare , lo rispettano come uomo ma non si piegano a Lui , e cosi; anche in INDIA loro hanno il Loro profeta, e cosi; anche nei paesi Mussulmani loro hanno Mohammed, gli Indiani di America dicevano che se gli uomini non vanno daccordo fra di loro la terra si divedera' in tante isole Gli Indiani di America credono agli spiriti potenti, e noi poveri esseri umani occidentali a cosa crediamo? mica siamo praticanti come lo sono altri paesi? in Korea non si puo' bere alcolici per esempio, e neanche in molti paesi mussulmani, mentre in Italia I baretti sono aperti a tutte le ore proprio li in Italia dove risiede il Vaticano Hello? a me questo fa ridere?! il papa deve stare in italia a farsi il suo bucato in Italia c'e' droga libera e baretti ed I giovani si stanno perdendo tra droga alcolici e filmati hard sul web il papa cosa fa? nulla se ne va a visitare I Buddhists! Please!!!!!!get out of here!

QUICKMAP