Il Vaticano all'Italia, non c'è nessuna invasione di migranti e poi servono all'economia

Città del Vaticano - «In Italia non c'è nessuna invasione di migranti». Ricordando il primo viaggio di Papa Francesco in Italia, sull'isola di Lampedusa, cinque anni fa, il Vaticano si rivolge agli cattolici italiani sottolineando che la percezione del problema è errata, che sono più i migranti che sono andati via di quelli che sono rimasti. Poi dà ragione al presidente dell'Inps Boeri: i migranti servono a pagare le pensioni degli italiani. A parlare è  don Gianni De Robertis, direttore della Fondazione Migrantes (Cei), intervistato da Radio vaticana puntualizza: «C'è una narrazione sbagliata che prevale e che è molto distante dalla realtà . Sono più gli italiani che sono usciti dal Paese, anche se nessuno ci fa vedere questo esodo, che gli immigrati entrati».

De Robertis si mostra  poi d’accordo con le dichiarazioni di Boeri, sul fatto che i migranti sono necessari all’Italia, pena il suo tracollo, anche se precisa che «non si tratta solo di una questione di convenienza economica ma di umanità». Infine il monito:«Siamo di fronte al rischio che si inneschi una reazione a catena di egoismi nazionali: se continiamo a dire ’Italia first, Austria first...’ l’Ue si disintegra. E’ davvero un momento decisivo»
Giovedì 5 Luglio 2018, 12:00 - Ultimo aggiornamento: 05-07-2018 12:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-07-05 18:07:50
Della serie:parlo bene e razzolo male !.....

QUICKMAP