Sos di Papa Francesco: «Gli Usa firmino il Trattato per la riduzione dei gas serra»

di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - La terra, se va avanti di questo passo, rischia di morire. Papa Francesco lancia un appello alle super potenze che non rispettano gli accordi sul clima per ridurre i gas serra. Non fa nomi ma dietro le parole pronunciate nella Sala Clementina davanti ai partecipanti di un convegno sulla enciclica verde Laudato Sì, è chiaro il riferimento agli Usa e alla decisione di Trump di uscire dai parametri internazionali stabiliti a Parigi tre anni fa (e firmati da 190 nazioni).   «La riduzione dei gas serra – sottolinea Francesco - richiede onestà, coraggio e responsabilità, soprattutto da parte dei Paesi più potenti e più inquinanti». 

Per scongiurare il rischio «di lasciare alle generazioni future macerie, deserti e sporcizia è urgente un’azione organica e concertata di ecologia integrale». Il Papa ha ricordato che il vertice COP24 sul clima, in programma in Polonia nel dicembre prossimo, può essere «una pietra miliare nel cammino tracciato dall’Accordo di Parigi del 2015».

«Tutti sappiamo che molto deve essere fatto per l’attuazione di quell’accordo. Tutti i governi dovrebbero sforzarsi di onorare gli impegni assunti a Parigi per evitare le peggiori conseguenze della crisi climatica. La riduzione dei gas serra richiede onestà, coraggio e responsabilità, soprattutto da parte dei Paesi più potenti e più inquinanti. Non possiamo permetterci di perdere tempo in questo processo».

 
Venerdì 6 Luglio 2018, 10:59 - Ultimo aggiornamento: 06-07-2018 11:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP