Vaccini, bimba respinta all'asilo a Udine: la mamma chiama i carabinieri

ARTICOLI CORRELATI
4
  • 482
Porta la figlia all' asilo senza firmare l'autocertificazione sull'avvenuta vaccinazione e quando la scuola la richiama agli obblighi di legge la mamma chiama i Carabinieri. L'episodio - riportato oggi dal Messaggero Veneto - si è verificato ieri mattina in una scuola dell'infanzia di Latisana (Udine). Il personale dell'istituto aveva già richiamato venerdì la donna, ricordandole l'obbligo di presentare l'autocertificazione.

Ma ieri la donna ha riportato la figlia a scuola senza i documenti richiesti e, a fronte della nuova richiesta del personale di firmare i certificati, la signora ha richiesto l'intervento di Carabinieri e Polizia locale che hanno solo registrato l'episodio. La bambina è stata ammessa a scuola con riserva per un solo giorno.

«Stralunate... E siamo ancora qua? E già... Vediamo se dopo il comandante dei vigili e il maresciallo dei carabinieri dobbiamo chiamare qualcun altro». È con questo post pubblicato sul suo profilo Facebook, con una foto sua e della bambina in braccio, che la mamma di Latisana (Udine) ha cominciato ieri mattina a raccontare sui social la sua storia.

La figlia, in un primo momento non era stata accolta in asilo al suo rifiuto di firmare l'autodichiarazione richiesta. Il resoconto di una «mattinata intensa oggi in asilo» lo ha postato invece in serata spiegando la sua posizione con un altro lungo post in cui ripercorre tutte le tappe della vicenda. «La legge sui vaccini prevede diverse opzioni ovvero la presentazione di un autodichiarazione in cui si indica quali vaccinazioni sono state effettuate, esonero, omissione o copia della richiesta di appuntamento presso l'Asl per la vaccinazione. Pertanto io che non ho vaccinato allego copia di raccomandata all'Asl - continua - Venerdì vengo diffidata dal portare mia figlia in asilo in quanto non ho compilato e firmato l'autodichiarazione da loro imposta dalla regione FVG. Documento assolutamente non conforme ai fini della legge che pertanto rifiuto di firmare».
Martedì 12 Settembre 2017, 11:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2017-09-12 14:28:30
L'obbligatorietà dei vaccini è necessaria a fronte di tanta gente ignorante, pseudemedici e stregoni. Non vuoi vaccinare tuo figlio? Bene. Tienitelo a casa a non metti a rischio il mio di contrarre una malattia. Qua mettiamo sotto i piedi non solo leggi ma le norme basilari del vivere civile. Su altri quotidiani si legge che la signora non ha voluto firmare l'autocertificazione perchè i dati forniti sarebbero stati trattati "dal personale scolastico, docente e non docente" mentre lei avrebbe voluto che la privacy della figlia sarebbe stata gestita solo dal dirigente scolastico. Peccato che poi va a sbandierare su Facebook tutto quello che è successo. A proposito, lo signora è una NoVax...
2017-09-13 08:30:37
Sig.SirNicholas, io faccio parte della categoria degli ignoranti e mi scuso con lei e con tutti i lettori.Una domanda,ma siamo sicuri che questi vaccini un giorno non avranno ripercussioni sulla salute dei bambini?Io qualche anno fa ho dovuto fare la vaccinazione "obbligatoria" (ho 60 anni),in quanto diabetico,e da allora giuro che non sto più bene,raffreddori perenni,ecc ecc.
2017-09-14 12:35:17
Partendo dal presupposto che sia stato un MEDICO a stabilire la correlazione vaccinazione "obbligatoria"-raffreddori perenni,ecc ecc, se su 100 persone vaccinate 10 presentano effetti collaterali, è la stessa percentuale (forse anche più bassa) che un'Aspirina la uccida per reazione allergica. Ma non mi pare che non se ne stia facendo un caso... Ho 38 anni e per il morbillo ci stavo morendo. Come la mettiamo?
2017-09-12 13:18:47
Ma la signora ha torto. No?

QUICKMAP