Prof bullizzato in classe, l'ira del ministro: «Non ammettere a scrutini studenti coinvolti»

ARTICOLI CORRELATI
«Serve una linea rigorosa e l'attuazione delle sanzioni già previste: di fronte ai fatti di Lucca e di Velletri i ragazzi vanno sospesi, il consiglio d'Istituto deve valutare la gravità dei fatti, che secondo me c'è, e gli studenti devono essere sanzionati fino a non essere ammessi agli scrutini finali». Così la ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli al Tgcom 24. «Vanno sospesi e sanzionati anche i ragazzi che hanno girato il video e che hanno guardato quanto avveniva in classe» senza intervenire in difesa del docente.

LEGGI ANCHE: Lucca, spunta nuovo video di bullismo al professore: insulti e spazzatura sulla cattedra

«Il tema - ha spiegato la ministra Fedeli - non è usare il linguaggio del pugno di ferro ma minacce offese sono inaccettabili: serve una linea rigorosa e l'attuazione delle sanzioni già previste: di fronte ai fatti di Lucca e Velletri gli studenti vanno sospesi, il consiglio d'Istituto valuta la gravità, che secondo me c'è, e deve esserci la sanzione fino alla non ammissione agli scrutini finali. Le regole ci sono e vanno applicate: non si possono accettare comportamenti come questi; lo dico non solo per questi due casi». Fedeli ha ricordato che «ci sono due temi su cui mi sono impegnata: la prevenzione, l'educazione al rispetto; ho mandato in tutte le scuole una campagna per il rispetto e ho operato perché si rilanci il patto di corresponsabilità educativa tra scuola e famiglia. Questi ragazzi vivono nella società e vedono comportamenti che hanno in qualche modo legittimato, anche dai genitori. Un mese fa un genitore ha aggredito un docente perché questi faceva il suo lavoro». Gli autori di questi gravi episodi dunque, «vanno sospesi e non fatti arrivare agli scrutini finali: quando si delegittima la funzione dei docenti, si delegittima la funzione educativa dell'adulto in famiglia, quindi dei genitori. Vanno seguiti, accompagnati e rieducati ma le sanzioni vanno prese in considerazione».
Giovedì 19 Aprile 2018, 16:48 - Ultimo aggiornamento: 19-04-2018 19:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-04-20 07:03:24
bisogna dare segnali forti,,,il rispetto per le regole, per gli insegnanti, per gli anziani ecc,........c'è troppo buonismo e i giovani pensano che tutto si può fare,tanto non succede niente((((((sono ragazzate dice qualcuno)))))h a ragione la fedeli questi studenti vanno b o c c i a t i
2018-04-19 22:18:02
Ritorno al passato. Disciplina e severità e chi sbaglia paga, senza se e senza ma. Per prima cosa reintrodurre, obbligatoriamente, nei programmi scolastici di ogni ordine e grado la materia:"EDUCAZIONE CIVICA", insegnarla, almeno, tre ore settimanali e riconoscerle la stessa dignità di altre materie come la storia, la geografia, le scienze naturali, le lingue straniere etc. Insegnare a vivere ai ragazzi e come confrontarsi con gli altri nella società umana è di basilare importanza. Senza una buona educazione ed il rispetto reciproco si va verso la barbarie e l'anarchia. La società non ha più ragione di esistere. E' solo una espressione linguistica. Commentando le tristi e squallide vicende accadute negli ultimi tempi in Italia, in alcune scuole e Istituti scolastici, ritengo che il sistema politico debba interessarsi, senza indugi, del decadimento preoccupante della qualità della vita che sta lacerando le coscienze civili, a partire dagli anni settanta, sconvolti dalle idee rivoluzionarie di estrema sinistra di ingenui e romantici sognatori nel 1968. Urge ripristinare l'ordine, il rispetto, la giustizia, il merito e, la certezza della pena. Chiedo troppo, un'utopia? No, chiedo, solamente, di cacciare questa inetta, disonesta e incapace classe politica e sostiruirla con una meritevole di rappresentarci con orgoglio e dignità.
2018-04-19 20:16:11
Invece di gracidare faccia una ordinanza specifica su questo caso e simili
2018-04-19 19:19:33
Garantista dell' ultimora ed invece è proprio il contrario: occorre invece proprio il contrario ovvero il pugno di ferro...ed i 5 stelle vogliono fare il governo con costoro? Poveri loro è già iniziata la fase calante!

QUICKMAP