«Mia figlia fuori dopo 5 mesi dalla camera sterile». #salviamoElisa, il papà esulta su Fb (e ringrazia il Bambino Gesù)

#salviamoElisa, la piccola con una grave leucemia lascia l'isolamento
di Salvatore Maria Ferrarelli

Dopo cinque mesi dal trapianto al midollo osseo la piccola Elisa, 3 anni e mezzi di Pordenone, può finalmente uscire dalla camera d'ospedale sterile che da due anni era diventata la sua casa.

Elisa è affetta da una grave forma di leucemia dal 2016 ma finalmente riprenderà una vita normale nella stanza di reparto nell'ospedale pediatrico del Bambin Gesù di Roma. In questi mesi sulla pagine 'Salviamo Elisa' sono arrivate dimostrazioni di affetto e vicinanza che hanno accompagnato i genitori di Elisa nel difficile percorso di cura. 

A dare l'annuncio che Elisa sarebbe uscita dall'ospedale è stato il padre Fabio che in un post su Facebook ringrazia tutti quelli che hanno permesso alla bambina di stare meglio e ad uscire dall'ospedale. Sui social per mesi l'hashtag #salviamoElisa è stato usato per poter trovare un donatore che alla fine si è offerto sempre sui social.  


“La strada è ancora lunga. Finalmente... dopo quasi 5 mesi di camera sterile Elisa ,Sabina ed io, siamo usciti e ci siamo trasferiti in una stanza di reparto sempre qui all'ospedale” recita il post del padre. Ad affiancare l'iter di Elisa è stata l'Admo, l'associazione dei donatori di midollo osseo, che dopo l'appello del padre della bambina ha registrato un aumento delle iscrizioni che nel 2017 sono state tre mila in più rispetto al 2016. 
Domenica 10 Giugno 2018, 16:30 - Ultimo aggiornamento: 11-06-2018 19:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP