Il nuovo servizio di microchirurgia oculare all'ospedale di Ischia, c'è l'intesa con Pozzuoli

ospedale Rizzoli di Lacco Ameno
di Massimo Zivelli

Per operarsi di cataratta ed altri problemi legati alla microchirurgia degli occhi, gli isolani non saranno più costretti a sbarcare sulla terraferma, ma potranno rivolgersi direttamente al Rizzoli di Lacco Ameno grazie all’avvio della nuova attività di microchirurgia oculare. A garantire la realizzazione degli interventi in due sedute operatorie mensili presso l’ospedale di Lacco Ameno sarà l’equipe chirurgica dell’Oculistica del Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, guidata dal Dott. Mario Sbordone. Dice il Direttore Generale Antonio d’Amore: «Introdurre un’attività come questa presso il Rizzoli di Ischia significa andare incontro alle esigenze dei pazienti, evitando loro il disagio di un trasferimento sulla terraferma per effettuare un intervento in day surgery. Anche in questo caso abbiamo adottato una logica organizzativa di sistema, valorizzando le ottime professionalità presenti all’interno dell’Azienda e mettendole a disposizione di diverse strutture.” Per poter effettuare tale tipologia di interventi l’ASL Napoli 2 Nord ha dotato l’ospedale Rizzoli di nuove tecnologie, investendo circa 150.000 euro in attrezzature e dispositivi. Inoltre, è stato potenziato l’ambulatorio di oculistica del Distretto Sanitario di Ischia, cui sarà delegato l’inquadramento dei pazienti e la diagnosi preoperatoria. Dice Mario Sbordone, responsabile del reparto di oculistica del Santa Maria delle Grazie “La microchirurgia oculistica richiede elevate competenze e una grande esperienza degli operatori, ma, essendo molto localizzata, si effettua prevalentemente in regime di day surgery. All’ospedale di Pozzuoli effettuiamo circa 700 interventi ogni anno, siamo felici di poter mettere a disposizione dei pazienti ischitani questo patrimonio di conoscenze ed esperienze».

L’attività si avvierà già nelle prossime settimane, intervenendo sui pazienti che gli ambulatori del territorio stanno già provvedendo a selezionare per la tipologia di patologia e la complessità del tipo di intervento. L’introduzione della microchirurgia oculare al Rizzoli rappresenta una novità assoluta per l’isola e permetterà di ridurre sensibilmente i disagi alla popolazione anziana. Ad oggi, infatti, molti pazienti di Ischia che devono sottoporsi all’operazione alla cataratta spesso dovevano soggiornare sulla terraferma – affrontando anche i relativi costi per sé e per l’accompagnatore – per evitare di ritornare sull’isola subito dopo aver subito l’intervento.
Domenica 29 Aprile 2018, 19:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP