Il cuore donato è troppo piccolo, il chirurgo compie un intervento incredibile: ora il paziente ne ha due

Il cuore donato è troppo piccolo, il chirurgo compie un'intervento incredibile: ora il paziente ne ha due
Il colpo di genio, un intervento disperato per salvargli la vita. Un piano B miracoloso nato sul tavolo della sala operatoria. E così, grazie a questa intuizione e alla preparazione dell'équipe di un chirurgo cardiotoracico, un 56enne è salvo e nel suo petto ora battono due cuori.



La storia arriva dall'India meridionale dove i medici dell'Apollo Hospital di Hyderabad, nello Stato di Telangana, hanno eseguito una rara tecnica - detta Piggyback - per salvare la vita ad un uomo che avrebbe dovuto subire un trapianto standard fino a quando i medici non si sono resi conto di avere un problema.

Il cuore del donatore, un adolescente, era infatti troppo piccolo; così, secondo quanto riporta il quotidiano The Hindu, il chirurgo cardiotoracico Gopala Krishna Gokhale ha pensato al piano B e ha collegato il piccolo ma sano cuore del donatore al vecchio organo in decadimento del paziente.

Al termine di questa straordinaria operazione - compiuta la scorsa settimana e durata 7 ore (sono circa 150 le procedure simili effettuate finora in tutto il mondo) - il 56enne ha un secondo cuore tra il polmone destro e il vecchio cuore.

«I due cuori nel paziente si completano uno con l'altro per facilitare la circolazione ma battono a ritmi diversi», ha detto il dottor Gokhale, che ha aggiunto: «La pressione sanguigna è vicina alla norma e il paziente è stabile. Ma potrebbero esserci problemi in futuro».
Lunedì 19 Febbraio 2018, 17:56 - Ultimo aggiornamento: 19-02-2018 20:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP