Fragilità ossea e fratture vertebrali:
ortopedici riuniti a Napoli

«Prevenzione e trattamento delle fratture vertebrali da fragilità ossea». È il tema del convegno, organizzato e presieduto dal professore universitario  Carlo Ruosi a Napoli, al centro congressi della Federico II in via Partenope. «Ormai il problema delle fratture in età avanzata è sempre più sentito: pù anziani ci sono e più sono frequenti, a causa dell'osteoporosi e quindi dell'indebolimento della struttura delle ossa», spiega l'ortopedico. «In particolare, i "crolli" delle vertebre sono particolarmente temuti, perché molto dolorosi e poi perché possono determinare una curvatura in avanti del corpo. Ma è possibile evitare tutto questo, è importante uno stile di vita corretto e un adeguato trattamento farmacologico».

La Moc (ovvero la Mineralometria ossea computerizzata) va eseguita regolarmente. Ci sono, inoltre, «innovativi trattamenti, medici e chirurgici. Ad esempio, il "palloncino gonfiabile intravertebrale"(detto cifoplastica) ha cambiato completamente i risultati e ridotto i rischi di complicanze. Oggi il paziente va a casa subito dopo l'operazione, senza lamentare sintomi». Intervengono ai lavori domani oltre 100 ortopedici provenienti da tutta Italia,15 le relazioni programmate, una sessione di discussione è incentrata sui casi clinici. 

Il programma, il link
Mercoledì 30 Maggio 2018, 18:22 - Ultimo aggiornamento: 30-05-2018 19:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP