Gli esperti: cistite donne causa
il 25% delle assenze sul lavoro

«La cistite nelle donne è causa del 25% di assenze dal lavoro nell'arco di un mese. È una patologia che le donne trascurano perché ignorano che l'urologo è il professionista in grado di risolvere definitivamente una condizione invalidante che può durare per anni. Occorre superare questi pregiudizi legati a una visione "maschile" dell'urologia». È il dato emerso durante i lavori del 13esimo congresso Urop in corso a Salerno che vede la partecipazione di circa 600 esperti tra urologi, andrologi, endocrinologi, sessuologi, ginecologi, biologi, psicologi e medici di medicina generale. «La cistite è una patologia che va assolutamente curata nelle fasi iniziali della sua insorgenza - spiega Stefano Pecoraro, presidente del congresso - Ne soffrono le donne di tutte le età, la malattia può insorgere anche senza nessuna patologia correlata. È necessario ricorrere subito a terapie specifiche per evitare la cronicizzazione della malattia».
Venerdì 25 Maggio 2018, 18:02 - Ultimo aggiornamento: 25-05-2018 18:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP