Chirurgia pediatrica robotica: a Napoli esperti mondiali

Urologi e chirurghi pediatri provenienti da tutto il mondo si riuniranno a Napoli giovedì 31 maggio e venerdì 1 giugno in occasione del corso europeo di urologia pediatrica e del corso avanzato di chirurgia robotica pediatrica organizzato con il patrocinio della società europea di laparoscopia pediatrica (Espes), della società europea di chirurgia pediatrica (Eupsa) e della società americana di laparoscopia pediatrica (Ipeg). Il corso organizzato e diretto dal professor Ciro Esposito, primario della Chirurgia Pediatrica presso l’Università di Napoli Federico II, vedrà impegnati circa 100 chirurghi e urologi pediatri provenienti da tutta Europa, dall'Africa e dagli Stati Uniti.  L'evento internazionale è diviso in due parti: una prima fase didattica che vede la presentazione di relazioni sulle tecniche robotiche e videochirurgiche urologiche eseguibili sul bambino; una seconda fase sperimentale che consiste nell’insegnamento delle medesime tecniche agli iscritti, guidandoli nella realizzazione di interventi laparoscopici urologici di varia difficoltà su modello animale.                                                                                     

Agli iscritti sarà rilasciato un certificato europeo abilitante per la pratica della chirurgia laparoscopica urologica pediatrica. «La peculiarità del nostro corso – afferma il professore Ciro Esposito – è consistita nell’utilizzare tali tecniche per le procedure urologiche in età pediatrica. I bambini ne hanno un immenso vantaggio, poiché quanto più piccola è l’incisione che viene fatta, tanto minore è il dolore nel post-operatorio e quindi l'uso di farmaci antidolorifici. Inoltre, con la laparoscopia è più breve la degenza in ospedale e quindi più rapida la dimissione e minori saranno i giorni di assenza dal lavoro per i genitori». Il reparto di Chirurgia Pediatrica diretto da Esposito è centro di riferimento in Italia per la Chirurgia Laparoscopica e mini-invasiva ed esegue circa 1500 interventi all’anno di cui moltissimi in chirurgia mini-invasiva.
Martedì 29 Maggio 2018, 10:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP