«Benessere, guardando il mare»:
segreti svelati dai medici a Napoli

«Benessere, guardando il mare». È l'iniziativa promossa dall'associazione Asd Meridies, in collaborazione con l’Agenzia e Scuola Nautica Giovanni Buglione, in occasione del mese del Mare – ottobre 2017 promosso dal Comune di Napoli, una iniziativa inquadrata nel programma degli “Stati generali del mare”. Obiettivo: «Promuovere il concetto che il mare è una risorsa terapeutica, una medicina naturale che cura con i suoi benefici, non solo diretti, attraverso la talassoterapia. Ancor prima di immergersi nelle acque, fa bene solo respirarne la brezza e goderne il panorama». Mare come risorsa contro i disturbi respiratori, l'artrosi, la depressione, le allergie della pelle, la psoriasi, l'anemia, il linfatismo, le patologie ginecologiche e quelle reumatiche.

La manifestazione si è svolta oggi dalle 10 alle 14. Ad aprire i lavori la delegata al Mare e promotrice della task force degli “Stati generali del mare” Daniela Villani. Poi l'intervento di Carmela De Cesare, presidente dell’Asd Meridies e primario di Medicina Fisica e Riabilitazione dell’ASL Napoli 1 Centro. A seguire l'intervento Giovanni Buglione, direttore dell’Agenzia e Scuola Nautica “Giovanni Buglione”. Consulenze gratuite sono state effettuate da diversi medici tra cui Maria Cardone, pneumologa del Monaldi, Antonio Conte, ginecologo dell’Asl Napoli 1 Centro, Floriana De Fazio, pediatra del Loreto Mare; mentre il posturologo dell’Asl Napoli 1 Centro Luigi Barbati ha valutato anomalie posturali di quanti si sono presentati ai gazebo e la coordinatrice dei fisioterapisti dell’Università Vanvitelli, Ermelinda Utech, ha consigliato loro il miglior indirizzo terapeutico. Adele Sparavigna, dermatologa, ha infine presentato il programma del “Catamarano della Salute”. Conclusioni affidate al maestro yoga Enrico De Luca.
Sabato 28 Ottobre 2017, 17:34 - Ultimo aggiornamento: 28-10-2017 17:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP