Tratta di esseri umani, Mattarella: «Non assistere imbelli a questa tragedia»

«Nel diritto internazionale la tratta degli esseri umani è distinta dal traffico illegale dei migranti che tuttavia è sostenuto e alimentato anch'esso da spietate e sanguinarie bande che sospingono le loro vittime verso condizioni di servitù e annichilimento personale. La solidarietà e la civiltà degli europei vanno messe a servizio di un contrasto efficace di questi mercanti di morte». Lo ha detto il presidente della Repubblica Mattarella in occasione della Giornata mondiale contro la tratta degli esseri umani. «La tratta delle persone è un crimine atroce e inaccettabile, che si riaffaccia periodicamente nella storia dell'umanità e sfida le nostre coscienze - ha continuato Mattarella - È importante che le Nazioni Unite abbiano deciso di dedicare una Giornata mondiale contro il traffico di esseri umani, con l'obiettivo di sensibilizzare cittadini e istituzioni, richiamando ciascuno al dovere morale e alla dignità civile di una lotta senza frontiere contro queste forme di schiavitù».

Il presidente della Repubblica ha poi sottolineato che bisogna «combattere il traffico anti-umano con tutte le energie necessarie e anche con una visione di insieme. Occorre promuovere cooperazione e sviluppo per prosciugare i bacini dell'estrema indigenza che inducono ad affidarsi a organizzazioni criminali prive di scrupoli. Occorre fermare le armi che destabilizzano intere società per promuovere pace, diritti, civiltà. E occorre individuare e colpire con strumenti adeguati le organizzazioni dei trafficanti, spezzando reti di complicità e connivenza».

«La comunità internazionale non può assistere, imbelle, a queste tragedie - ha concluso Mattarella - Gran parte delle vittime della tratta sono donne e bambini. Il loro grido di dolore non resti inascoltato. Il loro diritto alla vita e i loro diritti fondamentali sono strettamente connessi ai nostri. Nessun popolo o cittadino può restare indifferente finché uno solo tra gli esseri umani è costretto a vivere come schiavo. Nel Mediterraneo questo impegno ha molta attinenza con il contrasto alle bande criminali che gestiscono il traffico di migranti e profughi».

Boldrini:
«Tratta è schiavitù contemporanea». «Una vergogna che abbiamo sotto i nostri occhi, sulle strade, nelle campagne, e con la quale non si può continuare a convivere. La tratta di esseri umani, questa autentica schiavitù contemporanea quasi sempre di natura sessuale, è una piaga che colpisce in tutto il mondo decine di milioni di persone, in gran parte donne e bambine, ma è circondata ancora da troppa indifferenza». Lo afferma la presidente della Camera Laura Boldrini. «A tutti gli Stati è richiesto di fare di più, e anche al nostro Paese - continua Boldrini - L'Italia è infatti seconda soltanto alla Polonia, in Europa, per numero di vittime del traffico di esseri umani. Vittime che hanno attraversato la Libia conoscendo l'orrore, e dopo essere scampate alle acque del Mediterraneo subiscono nel nostro continente un nuovo drammatico sfruttamento».
Domenica 30 Luglio 2017, 12:38 - Ultimo aggiornamento: 30-07-2017 12:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-07-31 02:25:11
Si ho visto un po sul NEWS dove faceva vedere la gigantesca foto degli Africani in Africa logicamente sempre donne e bambini ?? Dove sono gli uomini che si sono "divertiti" a metterli al mondo ?? I furbi si nascondano??presidente e boldrina siete bravi a prendere le difese degli altri ? Dopo che avete messo le foto degli Africani mettete le foto dei contadini che ha perso il raccolto le case e tutto il resto nell'incendio sul Vesuvio! mettete la foto di quelli con una famiglia giovane hanno perduto o non hanno un lavoro ? Mettete le foto di quelli Italiani che per vivere vanno a scavare nei rifiuti.! Di quelli che dormono nelle macchine perche' non hanno una casa ?mettete le foto di quei giovani che per 1200 euro al mese devono vivere pagare l'affitto e portare su uno o due bambini perché averne di piu' non si puo' grazie voi ? La vostra ignoranza sta dimostrando che l'Europa e destinata a prendersi tutta l'Africa anni dopo anni perche' li incoraggiate a fare figli ..?

QUICKMAP