Sicilia, polemiche per lo spoglio il lunedì, Crocetta: «Massima vigilanza, ma un errore non cambiare la legge»

«Il ministero dell'Interno ha assicurato la massima vigilanza. Certamente è stato un errore non cambiare la legge elettorale in questi cinque anni, ma le misure di sicurezza ci sono tutte. Anche cinque anni fa si è adottato lo stesso sistema». A dirlo all'Adnkronos è il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, a proposito delle polemiche sullo spoglio delle schede rinviato a lunedì, a dieci ore dalla chiusura delle urne, ricordando che già nel 2012 si era votato con lo stesso sistema.

«Lo trovo assurdo - dice Erasmo Palazzotto di Sinistra italiana - Se qualcuno volesse fare il furbo, con queste condizioni avrebbe certamente maggiori opportunità. Ci auguriamo che il ministero dell'Interno rafforzi il controllo soprattutto nei seggi periferici». Il pentastellato Giancarlo Cancelleri, si dice tranquillo e già ieri spiegava: «Ho grande fiducia nelle forze dell'ordine e non sono preoccupato per lo spoglio lunedì. Ma forse la vera domanda è perché solo in Sicilia questo spoglio si fa dopo dieci ore. Io non so il motivo, bisognerebbe chiederlo alla giunta di governo e a Crocetta».
Sabato 4 Novembre 2017, 21:55 - Ultimo aggiornamento: 05-11-2017 10:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-11-05 07:12:42
Visto il livello di Turpiloqui di certi politici siciGliani, dove il ladrocinio e parassitismo è stato man mano legalizzato e istituzionalizzato, oltre agli osservatori Osce alle votazioni chiederei i caschi blu.

QUICKMAP