Roma, nuovo sfregio al monumento di Aldo Moro in via Fani: sulla lapide la scritta BR

ARTICOLI CORRELATI
Di nuovo sfregiato il monumento ad Aldo Moro in via Fani a Roma. Le iniziali B.R., Brigate Rosse, sono state scritte con della vernice rossa sul monumento. È stata una pattuglia della stazione dei carabinieri di Monte Mario a scoprire la scritta, mentre pattugliava la zona. Probabilmente è stata fatta con una bomboletta spray. Un mese fa la base di cemento della lapide commemorativa di Aldo Moro e la sua scorta era già stata sfregiata con una svastica disegnata a spray e la scritta «A morte le guardie». La settimana scorsa è stato ricordato il sequestro di Moro e l'uccisione degli uomini della scorta a 40 anni dai fatti di via Fani. Sul fatto indagano i carabinieri.

IL PRECEDENTE: «A morte le guardie» e svastiche: imbrattata targa in memoria di Moro
LEGGI ANCHE: Caso Balzerani: «La vittima è un mestiere», la procura apre un fascicolo


Sulla lapide immbrattata sono in corso i rilievi dei carabinieri del nucleo investigativo di Roma. Accertamenti scientifici sono in corso sulla vernice rossa utilizzata per la scritta. Al vaglio anche eventuali testimonianze e registrazioni di telecamere della zona che possano aver ripreso la scena. 

«Ancora un oltraggio alle vittime di Via Fani. La scritta Br sul nuovo monumento inaugurato nei giorni scorsi nel quarantennale della strage è un insulto a tutti i romani e a tutti gli italiani. Un insulto alla nostra memoria», scrive in un tweet il sindaco di Roma Virginia Raggi prima di annunciare che il monumento è stato ripulito: «Immediato l'intervento della Polizia Locale di Roma Capitale reparto PICS con una squadra AMA e sotto la direzione della Sovrintendenza Capitolina. Le istituzioni non si piegano». 
 
Il basamento della lapide commemorativa di Aldo Moro e della scorta, inaugurata sei giorni fa alla presenza del presidente della Repubblica, era già stato imbrattato un mese fa. Sulla base era stato scritto «Morte alle guardie» ed erano state disegnate due svastiche ai lati con spray nero. La scritta fu poi rimossa dall'amministrazione comunale. 

«L'oltraggio alla memoria di Aldo Moro e degli uomini della sua scorta è un gesto infame che offende tutta la nostra comunità». Lo scrive su Twitter il reggente del Pd Maurizio Martina.

«Questa notte il monumento in memoria delle vittime della strage di via Fani è stato indegnamente sfregiato. Un gesto che ci addolora e ci indigna nel profondo e che solleva in noi la più ferma e totale condanna. Nessuna tolleranza nei confronti di chi violenta la democrazia, la memoria, il sangue versato da chi ha servito lo Stato con onore e sacrificio. Sappiano gli autori che la Storia li ha già sconfitti una volta e per sempre. Alle famiglie dei caduti di via Fani e di tutte le vittime del terrorismo la solidarietà del Partito Democratico di Roma». Lo scrive in una nota il Pd Roma.
 
Giovedì 22 Marzo 2018, 09:14 - Ultimo aggiornamento: 24 Marzo, 15:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
3 di 3 commenti presenti
2018-03-23 13:44:39
Che dolore vedere quelle due criminali ..una in Tv e l'altra sui giornali ....LIBERE. Hanno sicuramente "ispirato" questo gesto infame come loro che una mano sacrilega ha compiuto sulla lapide in memoria di Aldo Moro e degli uomini della sua scorta, vilmente trucidati 40 anni fa. Vergogna!!!
2018-03-22 17:30:56
Ció che mi indigna di piú ,al di fuori del vile atto di imbrattare un tale monumento che ricorda il vigliacco agguato di 40 anni fa é che se vengono presi gli autori di tale misfatto ,subiranno una ramanzina e via a casa a giocare alle BR il giorno dopo applauditi e festaggiati dai Centri Sociali.
2018-03-22 11:57:02
Immagino che quella zona sia infestata di telecamere per cui non sarà difficile trovare gli autori del gesto

QUICKMAP