Renzi in tv: in campo anche Gentiloni. Di Maio rinunci all'immunità

ARTICOLI CORRELATI
14
  • 50
«Ci accusano di essere stati troppo amici di quelli che hanno potere. Il Pd ha moltissimi voti da recuperare». Il mea culpa di Matteo Renzi arriva nel bel mezzo di un'intervista tv a Dimartedì su La7 che doveva essere un confronto con Luigi Di Maio e invece è duro contraddittorio con i giornalisti. «Vediamo chi è più Casta e chi più cittadino», è la sfida che il leader Pd lancia al candidato premier M5s, che lo snobba prima annullando il faccia a faccia e poi - fanno sapere i suoi - tenendo spenta la tv.

Ma è agli elettori che parla un Renzi già in campagna elettorale anche se rinvia i bilanci al giorno dopo il voto e ribadisce che guiderà lui il Pd: «Il futuro premier? È una discussione sterile perché lo decide il Parlamento e lo sceglie il presidente della Repubblica», afferma. «Non ho l'ansia di tornare a Palazzo Chigi». Un nome alternativo? «Ce ne sono tanti. Uno si chiama Gentiloni. Non è andato lì per caso...».

Renzi arriva in studio dopo una infilata di battute di Gene Gnocchi («Dio c'è, Renzi c'era», scherza il comico) e riserva subito le sue bordate a Di Maio. «Aveva chiesto il confronto ma poi è scappato: un leader non ha paura. Ma Di Maio è
«come quel compagno di classe che ti dice "ti aspetto fuori", poi suona la campanella, esci e non c'è nessuno», anzi «il nulla come direbbe Gnocchi». «Gli chiederei perché è sempre in tv ma ha partecipato al 30% delle votazioni in Parlamento. Ha detto che sono un aguzzino e ho salvato le banche mandando sul lastrico i risparmiatori. Rinunci all'immunità, si lasci giudicare». Ma il M5s è solo una parentesi in un'intervista in cui Renzi, dopo aver ammesso di »aver perso« in Sicilia, difende a spada tratta quanto fatto dal suo governo.

E se non perde le staffe neanche di fronte alle domande più cattive, mostra un attimo di commozione - con occhi lucidi e voce incrinata - quando difende la sua famiglia sul tema delle banche.
«La vicenda delle banche è una della tante in cui le falsità che girano in rete hanno creato un'immagine falsata: chi ha sbagliato deve pagare, voi parlate solo di Banca Etruria ma negli anni hanno spolpato le banche e tutti zitti, banchieri, giornalisti e politici».

Ma gli spazi per rifare il centrosinistra con gli ex di Mdp sembrano strettissimi. Renzi replica anche a quanto detto nel pomeriggio da Pietro Grasso, che la sinistra vorrebbe suo candidato premier:
«Non credo che il Paese sia stanco e deluso, c'è tanta bella gente che vuole mettersi in gioco».

E se Bersani e D'Alema da Mdp chiedono discontinuità, il segretario Pd replica a muso duro:
«Vorrei un altro Jobs act, con altri 986mila posti di lavoro. Ricordo che nel 2014, quando sono arrivato a Palazzo Chigi, Obama in una telefonata mi ha detto "farete la fine della Grecia se non cambiate"». Dice di aver messo al lavoro gli sherpa per una trattativa «senza veti» ma «D'Alema vuole mi dia fuoco in piazza? Mi sembra eccessivo...».

Il leader Pd ne ha anche per Berlusconi:
«Mi auguro sia in partita, è mio interesse. Ma si è illuso di poter fare la versione restaurata, come Blade Runner». A lui e a Di Maio lancia la sfida: nella prossima legislatura «il Pd sarà il primo gruppo parlamentare».

 
Martedì 7 Novembre 2017, 22:04 - Ultimo aggiornamento: 8 Novembre, 08:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 14 commenti presenti
2017-11-09 13:59:53
Quando leggo commenti di persone che difendono l'indifendibile comincio a capire perchè circolano in politica persone che ci hanno preso in giro da sempre; ricordo quando disse "chi ha rubato pagherà sino all'ultimo centesimo" (vedi il suo babbo e quello della Boschi); ricordo che agli albori della sua esperienza governativa disse a Bruno Vespa (porta a porta) che era assurdo dover pagare le accise e che avrebbe fatto di tutto per eliminarle (fatto stà che dal 2019 aumenteranno). E poi qualcuno mi potrebbe cortesemente dire cosa ha fatto quersto governo per il Sud? Ha creato infrastrutture? posti di lavoro? finanziato la sanità decadente del Sud? A quanto vedo è stato in grado solo di eliminare la legge 407/90 che quantomeno poteva attirare nuovi imprenditori, ha creato l'ANPAL (nuovo ente per gli amici degli amici, tra l'altro poche persone sanno che alcune regioni del Sud, di certo la Calabria,non sono collegate con l'ente per cui non si ottiene il nulla osta dall'Inps per lassunzione con sgravio di un anno - presa in giro del job act). E' di qualche giorno fà la notizia che i sussidi per gli asili (13 milioni di euro destinati al Sud a fronte di quasi il triplo destinato al Nord) sono scomparsi. Ma di cosa stiamo parlano!!!! Se al Sud migliora l'economia è perchè la gente del Sud ha le cosidette e si rimbocca le maniche.... altro che aiuti dal governo.
2017-11-08 21:53:21
Ieri il rapporto Svimez ha evidenziato che - per la prima volta da un po' di tempo - il Pil nel Sud è cresciuto più del doppio del Nord (1.8% contro lo 0.8%), in particolare grazie ad una eccellente performance del comparto industriale (+3%). Questa è il risultato di una buona Politica, non le chiacchiere e le promesse fasulle dei grillini parlanti. Grazie a Matteo Renzi, che ha risvegliato questo stupido e ingrato Paese. Fatti non parole!
2017-11-08 17:30:11
interessante osservazione quella del "metterci la faccia". il problema non è di mettercela o meno. il problema è di che metallo è fatta. esempio: quando berlusconi, pregiudicato e pluriprescritto, indubbiamente mettendoci la faccia, parla di vittoria degli "onesti". e di matteo "se perdo lascio la politica" che, indubbiamente mettendoci la faccia, afferma di "lavorare": vogliamo parlarne? e di mia nipote M., assunta 4 volte dal 2012, ossia precaria, ossia conteggiata come 4 posti di lavoro in più, vogliamo parlarne? trattandosi tutte di situazioni reali e citazioni altrettanto reali, forse non sono i commenti ad essere ALLUCINANTI, ma ciò che viene commentato ad esserlo.
2017-11-08 16:53:51
parte seconda. 1) banche. ORA te lo ricordi che "i politici non hanno fatto, detto, ecc."? a) "i politici": perchè tu che sei? un idraulico finito per caso a fare il segretario del pd, il sindaco di firenze, il presidente del consiglio? b) qualcuno può citarmi qualche tua dura, decisa presa di posizione in merito di 2, 3, 4 anni fa? c) sei un ipocrita conclamato: boschi è al suo posto e josefa idem si è dovuta dimettere. ah, domanda che si sono dimenticati di porti: LA BOSCHI QUANDO QUERELA DE BORTOLI? altra domanda: PERCHE' NON TI SEI OPPOSTO ALLA SECRETAZIONE DEI NOMI DEBITORI DECISA DA CASINI? Europa. 3 volte mentitore. a) la flessibilità NON TE L'HANNO DATA. L'HAI DOVUTA MENDICARE VOLTA PER VOLTA. non è forse vero che ANCHE per questa finanziaria, hanno chiesto "chiarimenti"? quindi b) dove stanno questi "pugni battuti sul tavolo"? quando? dicci luogo, data. c) sei stato presidente di turno dell'UE. dicci occasione, luogo, data, in cui TU PERSONALMENTE avresti "battuto i pugni sul tavolo". o in cui avresti proposto di “cambiare le regole che però finché ci sono vanno rispettate” (parole tue ). non puoi dirlo, perché NON L'HAI MAI FATTO. anzi, NON HAI MOSSO UN DITO PER EVITARE LO SCAMAZZAMENTO DELLA GRECIA. hai sempre e solo fatto il tosto via tuitter e a 2000 km da bruxelles. Aumento iva: non l’hai evitato. Hai sempre e solo mendicato flessibilità (cioè, più debito) per spostarlo di anno in anno. Voti: tu dici che i 5 stelle in sicilia cantano in vittoria pur avendo perso voti. Beh? E tu con l’emilia romagna che hai fatto? Di maio vile? E tu come mai hai smesso all’improvviso di andartene a zonzo in treno (tra parentesi: dici che lavori. ma che cavolo di lavoro fai che ti puoi permettermi tutte ‘ste libertà?) ? non sarà perché appena si sapeva dove arrivavi, erano fischi e pernacchi? ps. il qui presente tuttologo oltre a nno essere socio in affari di nessuno, può vantarsi di non aver mai stretto la mano a un pregiudicato: renzi ne va pure fiero.
2017-11-08 16:53:04
chi ha paura di essere ingannato insegna ad ingannare e i suoi sospetti autorizzano ad agire disonestamente. SENECA .ogni riferimento a persone.......... è puramente casuale???????

QUICKMAP