Paola del Belgio, malore e ricovero a Venezia: non è in pericoloso di vita

La regina Paola del Belgio colpita da ictus a Venezia: sarà rimpatriata
0
  • 89
Tanta paura per la regina Paola del Belgio, ricoverata d'urgenza la notte scorsa per un malore mentre si trovava a Venezia. Rimpatriata d'urgenza, la Regina madre, 81 anni da poco compiuti, non è in pericolo di vita. In visita privata nella città lagunare la sovrana è rientrata nel tardo pomeriggio a Bruxelles per ulteriori accertamenti, hanno reso noto i media locali, precisando che la moglie di Alberto II è cosciente, parla e cammina normalmente e che verrà esaminata dai suoi medici di fiducia che faranno la diagnosi finale e decideranno il trattamento medico. 

LEGGI ANCHE Belgio, il Parlamento taglia lo "stipendio" al principe: «Un accanimento contro di me»

 

Secondo quanto si è appreso, l'allerta è scattata quando Paola ha avuto un malore preoccupando le persone che stavano con lei, che hanno quindi chiamato il 118. Portata d'urgenza in ospedale è stata sottoposta a Tac e agli altri esami di rito e trasferita al reparto di neurologia, in una camera singola, tenuta sotto osservazione per tutto il tempo. Dai primi accertamenti sembrerebbe che la paziente abbia avuto un attacco ischemico transitorio. Altre fonti avevano parlato invece di un ictus, facendo temere il peggio. 
 
 

Negli ultimi anni la sovrana ha avuto diversi problemi di salute. Si era già sentita male una volta durante le vacanze in Italia nel 2015, a causa di un attacco di aritmia cardiaca. In seguito aveva subito diverse fratture: prima si è rotta una vertebra nel 2016, poi un'anca nel 2017. Una vita all'insegna dell'eleganza. Nata a Forte dei Marmi nel '37, settima e ultima dei figli dell'asso italiano dell'aviazione della prima guerra mondiale Fulco, principe Ruffo di Calabria, Paola ha vissuto la sua giovinezza nella Roma della Dolce Vita, dove nel lontano 1958, in occasione dell'insediamento di papa Giovanni XXIII, incontrò il principe Alberto, quello che poi sarebbe diventato il futuro re, dopo la morte del fratello Baldovino che non ebbe figli. Nobile, ma pur sempre proveniente da un Paese, l'Italia, che nel secondo dopoguerra veniva visto come quello che 'esportavà in Belgio operai e minatori, Paola la regina 'italianà riuscì a portare una ventata di freschezza nell'austera corte di Bruxelles. Ma anche gossip, come il fatto che non parlasse perfettamente il fiammingo, una delle tre lingue ufficiali del Paese insieme al francese e al tedesco, e qualche chiacchiera sul suo matrimonio. Come accade in ogni Casa Reale che si rispetti.
Mercoledì 26 Settembre 2018, 10:31 - Ultimo aggiornamento: 26-09-2018 23:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP