Senato, la manovra slitta: giovedì
O venerdì il via libera con la fiducia

di Alberto Gentili

La battaglia di Denis Verdini e dei suoi senatori per inserire nella legge di bilancio un mini condono edilizio ha prodotto come risultato uno slittamento del via libera di palazzo Madama alla manovra economica. Doveva arrivare mercoledì. Invece il sì dell’aula del Senato scatterà soltanto giovedì notte o addirittura venerdì. E, come da prassi ormai consolidata, con la questione di fiducia del governo per evitare imboscate e nuove spese dopo l’inserimento del bonus bebé e dell’abolizione (parziale) dei super-ticket sanitari.

Il ritardo non dovrebbe creare grossi problemi agli altri due provvedimenti in lista di attesa. Il primo è lo ius soli e il secondo il biotestamento, entrambi richiesti da Giuliano Pisapia e da Emma Bonino quale condizione per stringere l’alleanza elettorale con il Pd. Si tratta di capire se Matteo Renzi voglia approvare entrambi.

In un primo momento sembrava che il segretario dem puntasse sulla cittadinanza per i bimbi dei migranti nati in Italia. Ma visti i sondaggi e dopo l’apertura di Papa Francesco al biotestamento, la legge sul fine vita sembra aver messo la freccia per il sorpasso. Come finirà si capirà tra poche ore quando si riunirà la conferenza dei capigruppo che deve stabilire il calendario dei lavori. 
Lunedì 27 Novembre 2017, 12:53 - Ultimo aggiornamento: 27-11-2017 13:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP