Lega, Anm a Salvini: appello al Colle incostituzionale

Lega, Anm a Salvini: appello al Colle incostituzionale
«Evocare un possibile intervento del Capo dello Stato risulta essere fuori dal perimetro costituzionale». L'Anm risponde alla critiche della Lega, dopo la sentenza della Cassazione sui 49 milioni di euro che il Carroccio deve restituire allo Stato e la reazione leghista che vuole un incontro con il Presidente Mattarella. L'Anm ribadisce quanto già affermato ieri singolarmente dal presidente, Francesco Minisci, e da vari esponenti. 

LEGGI ANCHE L’exit strategy della Lega: nuovo partito e nome diverso

«I magistrati non adottano provvedimenti che costituiscono attacco alla democrazia o alla Costituzione, né perseguono fini politici». «Le modalità con cui il dibattito si è alimentato creano confusione e rischiano di produrre effetti distorsivi sui precisi confini, fissati dalla Costituzione, tra la magistratura, autonoma e indipendente, e gli altri poteri dello Stato», aggiunge la giunta esecutiva centrale dell'Anm, che rigetta «ogni tentativo di delegittimare la giurisdizione e di offuscare l'imparzialità dei magistrati, principio costituzionale a difesa del quale continuerà sempre a svolgere la propria azione, auspicando che chiunque eserciti funzioni pubbliche abbia a cuore gli stessi fondamentali principi».
Giovedì 5 Luglio 2018, 10:25 - Ultimo aggiornamento: 05-07-2018 11:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-07-05 13:02:21
E' proibito anche rivolgersi al capo dello stato ? Boh!!!!!!!!!!!! Chi comanda in Italia?

QUICKMAP