Inps e Inail, torna il cda: «Nessun commissariamento»

Tito Boeri
ARTICOLI CORRELATI
Niente commissari all'Inps e all'Inail. Il Ministero del Lavoro «non intende procedere con il commissariamento» dell'istituto di previdenza e dell'ente che si occupa degli infortuni sul lavoro. Così in una nota il dicastero di via Veneto guidato dal vicepremier Luigi Di Maio, smentisce le ipotesi circolate ieri.

La norma che prevede il ritorno a un consiglio d'amministrazione non prevederà alcuna decadenza degli attuali vertici, le cui funzioni saranno riviste seguendo una logica di una gestione collegiale degli enti. Dal ministero non sarà presentata alcuna norma che ponga alcun commissario a capo dei due enti. Lo afferma il ministero del Lavoro in una nota.

Via dunque la gestione monocratica, tornano i cda a 5 componenti per Inail e Inps. È quanto prevede l'articolo 24 della bozza di decreto legge su reddito cittadinanza e quota 100, nel quale si precisa che la reintroduzione avviene «senza comportare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica». Per l'Inps inoltre sono previsti 50 milioni di euro per l'assunzione di nuovo personale.

 
Sabato 5 Gennaio 2019, 15:17 - Ultimo aggiornamento: 05-01-2019 23:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP