Ilva, appello di Gentiloni a Emiliano e Melucci: stop al ricorso

ARTICOLI CORRELATI
«Mi rivolgo al presidente Emiliano e al sindaco Melucci facendo appello alla loro responsabilità e alla sensibilità istituzionale che ben conosco. Vi chiedo di ritirare il ricorso al Tar e di non mettere a rischio interventi per la bonifica ambientale e il lavoro che Taranto aspetta da anni. È l'appello su Ilva del premier Paolo Gentiloni. «Da parte del Governo c'è piena disponibilità al confronto sulle questioni che avete sollevato. Conto su di voi, l'Italia e la Puglia hanno bisogno di leale collaborazione», aggiunge il premier. Intanto gli incontri tra governo e sindacati proseguono: il nuovo round è stato fissato per il 10 gennaio.

Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano «è a disposizione del presidente del Consiglio dei ministri, Paolo Gentiloni, ove voglia incontrarlo per illustrargli le ragioni del ricorso e il punto di vista della Regione Puglia sul piano industriale e sul piano ambientale dell'Ilva di Taranto». Lo si legge in una nota della Regione Puglia, in riferimento all'appello rivolto stamani dal premier al governatore pugliese, Michele Emiliano, e al sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci. «Il ricorso - prosegue la nota - ha il fine esclusivo di tutelare la salute dei cittadini e dei lavoratori da uno stabilimento per il quale è attualmente in corso un processo penale per disastro ambientale e avvelenamento di sostanze alimentari davanti alla Corte d'Assise di Taranto e per il quale - conclude la nota - occorre impedire che le condotte di reato siano reiterate».
Venerdì 22 Dicembre 2017, 13:16 - Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre, 14:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP