Un nome terzo per la premiership, l'opzione grillina di Conte resta sul tavolo

di Marco Conti

Le bordate che arrivano da Bruxelles ricompattano Salvini e Di Maio e, insieme all'annuncio dell'arrivo dei nuovi barbari pronosticato dal Financial Times, spingono il tentativo di formazione del nuovo governo. Le riunioni del tavolo di programma sono proseguite ieri per tutto il giorno e aggiornate ad oggi. Un nuovo incontro serale tra Matteo Salvini e Luigi DI Maio è servito per mettere a fuoco alcuni punti lasciati indietro proprio per le distanze registrate al tavolo di trattativa.

La bozza di contratto circolata nella tarda sera di ieri è stata smentita nella parte relativa all'Europa, anche se l'ultima versione non cambia radicalmente la sostanza. Un balletto che conferma come il tema delle Ue e della moneta unica rappresenti un nodo non facile da superare anche alla luce delle recenti affermazioni di Sergio Mattarella.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 16 Maggio 2018, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP