Di Maio-Salvini, restano le distanze: «Ma oggi firmiamo il patto di governo»

ARTICOLI CORRELATI
di Alberto Gentili

Dopo una giornata di gelo e l'ennesimo faccia a faccia con Luigi Di Maio, Matteo Salvini a sera mostra un po' di ottimismo sul governo giallo-verde: «Siamo al tratto finale. Se riusciremo a trovare un punto di equilibrio tra Lega e centrodestra e 5Stelle si parte». Poco prima Di Maio aveva messo a verbale: «È il momento di capire se vogliamo arrivare fino in fondo. Il Movimento c'è. Se ci riusciremo? Non lo so, ma al tavolo del programma si sta facendo un gran lavoro. Siamo a un bivio: da una parte c'è il coraggio, dall'altra la paura del cambiamento in un certo establishment...».

Insomma, i due leader - ancora impantanati sulla questione del premier - provano ad andare avanti. Non senza qualche intoppo, come la pubblicazione da parte dell'Huffington post di una bozza di programma in cui compare anche l'uscita dall'euro. Una bozza che in una nota congiunta Lega e 5Stelle disconoscono. O quasi: «Il contratto di governo pubblicato è una versione vecchia che è stata già ampiamente modificata nel corso degli ultimi due incontri del tavolo tecnico. La versione attuale, dunque, non corrisponde a quella pubblicata. Molti contenuti sono radicalmente cambiati. Sull'euro, ad esempio, le parti hanno già deciso di non mettere in discussione la moneta unica».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 16 Maggio 2018, 07:00 - Ultimo aggiornamento: 16-05-2018 09:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP