Pensioni, via dal lavoro a 62 anni: patto con le imprese sul turn over

ARTICOLI CORRELATI
di Andrea Bassi

  • 2223
La notizia l'ha data direttamente Matteo Salvini a Porta a Porta. Non appena lasciato il vertice con gli economisti della Lega, si è recato nel salotto di Bruno Vespa e ha spiegato che, il suo partito, sulle pensioni aveva trovato la quadra. La legge Fornero, che dal prossimo primo gennaio permetterà di lasciare il lavoro solo al compimento del sessantasettesimo anno di età, sarà superata. I lavoratori pubblici e privati potranno ritirarsi una volta che avranno raggiunto «quota 100», come somma tra l'età della pensione e gli anni di contribuzione. Ma ci saranno alcuni paletti. Il primo è che l'età minima per il pensionamento sarà di 62 anni e, dunque, serviranno almeno 38 anni di contributi. Oppure 41 anni e mezzo di contributi a prescidener dall'età. A vertice economico della Lega, si è discusso molto della proposta da portare avanti. Alcuni non volevano nessun paletto, altri invece propendevano per una soglia più alta, i 64 anni indicati da Alberto Brambilla, l'ex sottosegretario del Welfare molto ascoltato da Matteo Salvini. Alla fine è stata accolta la proposta messa a punto da Claudio Durigon, sottosegretario leghista del lavoro. Secondo fonti del Carroccio, il costo per i conti pubblici di «quota 100» con il limite di età a 62 anni, costerebbe 6,5 miliardi di euro. Questo considerando che ci saranno almeno due misure che ridurranno il costo della proposta. La prima prevede il ricalcolo con il metodo contributivo a partire dal 1995 in poi. Questo significa che l'assegno per chi andrà in pensione sarà più basso rispetto al pensionamento a 67 anni. Chi volesse scegliere di avere una pensione più alta, potrà comunque ritirarsi scegliendo le vecchie regole della Fornero. La seconda misura che dovrebbe contenere il costo della proposta, è la decisione di porre un limite massimo di due anni ai contributi figurativi che possono essere conteggiati nei 38 anni di lavoro necessari per maturare i requisiti per lasciare il lavoro. Questo meccanismo limiterà la platea degli interessati, escludendo molti di coloro che hanno avuto carriere discontinue.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 12 Settembre 2018, 10:30 - Ultimo aggiornamento: 12-09-2018 13:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP