Di Maio al Giffoni Experience:
«Fermiamo l'emigrazione dei giovani»

di Alessandro Mazzaro

«Miserabile è il comportamento di chi prima ha fatto fare a Marchionne quello che voleva e poi lo ha offeso sul letto di morte». A dichiararlo il vicepremier, Luigi Di Maio, ospite della sesta giornata del Giffoni Film Festival 2018. Il leader pentastellato ha incontrato i ragazzi della Masterclass affrontando i temi attuali più spinosi. 

A cominciare dall'Ilva: «Il piano occupazionale non è ancora soddisfacente. Quello ambientale sta facendo dei passi avanti. Deve essere chiaro che su Ilva stiamo mantendendo le promesse, accertando la legalità e tutelando l'occupazione. Non daremo lo stabilimento al primo che passa».

Decreto dignità: «Stiamo cercando di mettere a posto tutte le storture create dal Jobs Act. L'obiettivo è incentivare gli imprenditori a fare contratti a tempo indeterminato». «La mia più grande preoccupazione è l'emigrazione dei giovani» ha proseguito «La dobbiamo fermare, ci stiamo lavorando il più possibile», ha aggiunto Di Maio «perché se vanno via i giovani, vanno vie le idee imprenditoriali di questo Paese».

Universiadi: «C'è bisogno di intesa fra le istituzioni. Non si possono scaricare sul governo i litigi che si fanno a livello locale». «I cittadini - ha concluso - chiedono solo una cosa: che vengano applicati i principi della costituzione italiana». 
Mercoledì 25 Luglio 2018, 22:03 - Ultimo aggiornamento: 26 Luglio, 06:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-07-25 23:00:54
Neanche c on i ragazzi riesce ad essere sincero!

QUICKMAP