Conte, il Pd attacca sull'aereo di Stato: è lo stesso di Renzi

«Per andare in Canada al G7 il premier Conte viaggia esattamente con lo stesso aereo blu usato in questi anni da tutti i presidenti del Consiglio, compreso Renzi: farebbe bene ad evitare gaffe propagandistiche per non fare la fine del presidente Fico con l'autobus». Lo scrive su Facebook il deputato del Pd Michele Anzaldi.

Conte alle 19 di giovedì è decollato da Roma per partecipare al G7 di Charlevoix, in Quebec, Canada. Nonostante le antiche polemiche del M5s sui «voli blu», il presidente del Consiglio ha viaggiato su un aereo di Stato ma non «quello di Renzi», precisano i 5 Stelle che assicurano di aver tentato fino all'ultimo di provare a organizzare la trasferta con voli di linea. Soluzione complicata, a causa del tempo che sarebbe stato necessario, causa scali, per raggiungere la destinazione canadese e per l'esigua disponibilità di posti sui voli delle tradizionali compagnie per una partenza tutto sommato «last minute». In ogni caso, assicura il M5s, è intenzione del presidente utilizzare il più possibile voli di linea soprattutto per le tratte più brevi. 

«A dispetto delle fake news non esiste alcun aereo di Renzi, tanto che l'Airbus per le missioni istituzionali è stato usato da ministri e massime cariche istituzionali per le missioni di sistema, ma mai dall'ex premier Renzi - insiste Anzaldi -. Conte provi, se ci riesce, a tenersi alla larga dalla cialtroneria dei cinquestelle, come avrebbe fatto bene in aula alla Camera a tenersi alla larga dai bigliettini e i suggerimenti di Di Maio. I cinquestelle pur essendo arrivati nelle stanze del potere continuano a fare campagna elettorale becera e ad alimentare bufale».

«Tra i vari servizi offerti dalla Casaleggio Associati ci sono anche i viaggi in aereo del presidente del Consiglio Conte?» dichiara Alessia Morani, deputata del Pd. «Abbiamo avuto - spiega - una nuova, incredibile conferma dell'ignoranza istituzionale del Movimento 5 Stelle. Attraverso le agenzie di stampa veniamo a sapere che della trasferta di Conte non si è occupato Palazzo Chigi ma il Movimento 5 Stelle. Lo veniamo a sapere perché, come già
accaduto con i taxi che un minuto dopo l'incarico hanno preso il posto delle Maserati, ogni viaggio del premier rappresenta evidentemente per i grillini una ghiotta occasione per fare demagogia. Intanto, hanno fatto finta di non sapere che sull' aereo da loro definito di Renzi, Renzi non c'è mai salito, avendo sempre l'ex premier utilizzato l'apparecchio su cui oggi vola Conte. A questo si aggiunge un fatto, più che irrituale, tragicomico: il tentativo di far volare Conte su voli di linea, salvo poi rinunciare perché troppo complicato». «Il video della conversazione tra Conte e Di Maio ha dimostrato plasticamente a che punto arrivi la mancanza di autonomia del primo ministro e la sua totale subordinazione a Di Maio. Che la Casaleggio pretenda di disporre dei viaggi del premier per le proprie speculazioni populistiche, ci pare però davvero troppo», conclude.

«L'ignobile meschinità della fabbrica di menzogne del Pd non ha pudore, né vergogna. Ben consapevoli che l'aereo utilizzato da Conte non è il faraonico Airbus voluto a tutti i costi da Renzi, continuano da ore a diffondere bugie sui social». Lo afferma Francesco D'Uva, capogruppo del MoVimento 5 Stelle alla Camera. «Agli italiani non solo tocca pagare i 150milioni di euro spesi dal senatore di Firenze, ma tocca pure subire le fake news e la disinformazione prodotte da questi professionisti della cattiva politica. Forse non hanno ancora metabolizzato il tracollo subito alle urne. Meno Pd, più verità, potrebbe essere questo uno dei motti del Governo del Cambiamento», conclude D'Uva.

«Ora che è esponente di una forza di maggioranza, l'on. D'Uva potrebbe evitare di buttarla in caciara. Dal Pd nessuna fake news sul viaggio di Conte in Canada, ma una semplice constatazione. Il presidente del Consiglio ha viaggiato con lo stesso aereo di chi lo ha preceduto. Potremmo aggiungere anche che ha fatto bene e che è giusto così». È quanto si legge in una nota dell'ufficio stampa del Pd a Montecitorio.

 
Venerdì 8 Giugno 2018, 15:22 - Ultimo aggiornamento: 08-06-2018 18:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-06-10 06:34:50
Il "partito" del nulla continua a delirare !

QUICKMAP