Siria, abbattuto un elicottero militare turco. Il presidente Erdogan: «Pagheranno il prezzo per questo»

ARTICOLI CORRELATI
0
  • 42
E' stato direttamente il presidente della Turchia Tayyep Recep Erdogan a dare l'annuncio: un elicottero militare turco è stato abbattuto nella provincia frontaliera turca di Hatay durante l'operazione Ramo d'ulivo contro l'enclave curdo-siriana di Afrin, nel nordovest della Siria. A riportare la notizia il quotidiano Hurriyet. «Pagheranno il prezzo per questo», ha aggiunto Erdogan riferendosi alle forze curde. I due soldati turchi a bordo del mezzo sono morti.

Dal 20 gennaio le Forze Armate turche, e i ribelli siriani alleati, sono impegnati nell'offensiva
Ramo d'ulivo. Secondo Mustafa Bali, un portavoce delle Ypg ad Afrin citato dall'agenzia di stampa Dpa, sono stati i miliziani curdi siriani ad abbattere l'elicottero. L'agenzia di stampa Xinhua cita non meglio identificati «attivisti» che attribuiscono allo stesso modo la responsabilità dell'attacco ai combattenti curdi siriani. Stando alla Xinhua, l'elicottero è stato colpito mentre sorvolava la zona di Rajo, nel distretto di Afrin. E' il primo attacco delle Ypg contro un velivolo turco dall'avvio dell'offensiva. Il governo di Ankara considera «terroristi» i miliziani delle Ypg, che controllano Afrin e che sono sostenuti dagli Usa in funzione anti-Is. 
Sabato 10 Febbraio 2018, 15:27 - Ultimo aggiornamento: 11-02-2018 09:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP