Russiagate, nel mirino del procuratore Mueller finisce anche Ivanka Trump

ARTICOLI CORRELATI
Nel mirino del procuratore speciale Robert Mueller è finita anche Ivanka Trump. La squadra di Mueller, scrive oggi il Los Angeles Times, sta esaminando il ruolo della figlia del presidente che il 9 giugno 2016 avrebbe parlato brevemente con due dei russi in uscita dalla Trump Tower, dopo l'incontro con il fratello Don Jr.

Ivanka Trump non ha partecipato all'incontro con i russi ma ha parlato brevemente in ascensore con l'avvocatessa Natalia Veselnitskaya e il lobbista Rinat Akhmetshin che stavano uscendo dal quartier generale del tycoon. Si sarebbe trattato di uno scambio di cortesie, ha detto al Los Angeles Times una persona a conoscenza dell'episodio, ma gli investigatori vogliono conoscere ogni contatto che i due visitatori hanno avuto con la famiglia di Trump e il suo entourage. Il Los Angeles Times ha anche appreso che Mueller vuole riascoltare «almeno uno» dei partecipanti all'incontro del 9 giugno per capire come mai inizialmente Trump affermò che tema dell'incontro furono le adozioni e non l'offerta di fornire materiale che avrebbe danneggiato la campagna di Hillary Clinton. Secondo avvocati della difesa coinvolti nel caso, si tratterebbe di un segno che gli investigatori stanno lavorando sulla possibilità che Trump abbia fatto ostruzione alla giustizia piuttosto che sulla collusione con i russi.
Sabato 6 Gennaio 2018, 21:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP