Russia, kamikaze di 17 anni si fa esplodere nella sede dei servizi segreti: lui muore, altri 3 feriti

Arkhangelsk, foto da wikipedia
Un ragazzo-kamikaze è morto dopo che l'esplosivo che era riuscito a portare con sé all'ingresso degli uffici dell'Fsb della città di Arkhangelsk, nel nordovest della Russia, è esploso. Altre tre persone, tutti dipendenti dell'Fsb, sono rimaste ferite.

L'esplosione è avvenuta alle 8.52 (ora di Mosca, le 6.52 in Italia) quando il giovane ha estratto l'ordigno dalla sua borsa. Il governatore della regione di Arkhangelsk, Igor Orlov, ha reso noto che le autorità hanno rafforzato le misure di sicurezza in tutti gli uffici pubblici in seguito a quello che non ha esitato a definire come un attacco. L'edificio dell'Fsb è stato evacuato.


Il Comitato Investigativo russo ha aperto un procedimento penale per terrorismo. Secondo quanto dichiarato, «stando ai dati preliminari nel corso dell'incidente è morto un abitante locale di 17 anni, che ha portato nell'edificio un ordigno artigianale». Lo riporta la Tass. Il ragazzo è stato identificato ma le sue generalità non sono state diffuse.
Mercoledì 31 Ottobre 2018, 09:23 - Ultimo aggiornamento: 31-10-2018 17:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-11-09 15:19:30
bene bene è morto solo il kapekaz senza fare altre vittime

QUICKMAP