Russia, terrorista Isis apre il fuoco in una chiesa in Daghestan: 5 donne uccise a fucilate

ARTICOLI CORRELATI
0
  • 132
L'Isis ha rivendicato l'attacco di ieri a una chiesa ortodossa nella repubblica russa del Daghestan, nel quale sono rimaste uccise cinque donne. Lo riportano i media internazionali. «Un soldato dell'Islam, Khalil Daghestani, ha attaccato una chiesa nella città di Kizlyar, nel Daghestan», ha scritto la rete jihadista tramite l'app di messaggistica Telegram.

Un uomo armato non identificato ha sparato contro i fedeli della chiesa, in una regione prevalentemente musulmana. Due agenti di polizia russi sono rimasti feriti nell'attacco. L'aggressore era un uomo locale poco più che ventenne. Il ministero regionale degli Interni ha dichiarato che l'uomo ha usato un fucile da caccia e che quattro donne sono state uccise sul posto, mentre l'aggressore è stato «eliminato». Una quinta donna è morta poi in ospedale per le ferite riportate, secondo il ministero della Sanità.
Lunedì 19 Febbraio 2018, 09:30 - Ultimo aggiornamento: 20-02-2018 09:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP