Nigeria, attacco a una chiesa durante la messa di Capodanno: uccise 17 persone

di Federica Macagnone

Strage di fedeli in Nigeria dove uomini armati hanno aperto il fuoco su un gruppo di persone che tornavano dalla messa di mezzanotte nella città di Omoku, nei pressi di Port Harcourt, nel sud del Paese. Il bilancio provvisorio è di 17 morti. Lo ha riferito il capo di un gruppo della comunità locale, Osi Olisa, aggiungendo che gli assalitori hanno continuato a sparare anche all'esterno del luogo di culto prima di scappare. «Diciassette persone sono morte sul posto e altre 12 sono state ferite da colpi di arma da fuoco e sono state trasferite in ospedale per le cure», ha detto un poliziotto che ha preferito rimanere anonimo.

Secondo il Nigeria Independent, gli assalitori hanno effettuato un attacco coordinato contro i cristiani che tornavano dai servizi religiosi in due luoghi diversi, a Kirigani e Oboh, aree della comunità di Aligwu. Il responsabile per l'informazione di polizia dello Stato di Rivers, Nnamdi Omoni, non ha confermato al momento il bilancio delle vittime, ma ha riferito che «il commissario della polizia, Ahmed Zaki, ha lanciato una caccia all'uomo per assicurarsi che i banditi vengano arrestati e processati. Il vice commissario della polizia incaricato dell'operazione e altri agenti sono stati inviati sul luogo dell'attentato affinché venga ripristinata una situazione di normalità». Non ci sono al momento rivendicazioni, ma i sospetti ricadono su un gruppo di miliziani noto per sequestri e uccisioni nell'area del Delta del Niger.
Martedì 2 Gennaio 2018, 16:43 - Ultimo aggiornamento: 03-01-2018 15:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP