Iran, arrestato il fratello di Rouhani: «Crimini finanziari»

Il presidente iraniano Hassan Rouhani
Arrestato per «crimini finanziari» Hossein Fereydoun, fratello e consigliere del presidente iraniano Hassan Rouhani. Lo ha reso noto il portavoce della Giustizia iraniana, Gholamhossein Mohseni-Ejele, nel corso di una conferenza stampa, spiegando che «Fereydoun è stato trasferito in carcere non essendo stato in grado di pagare la cauzione fissata per la libertà provvisoria». Le accuse contro il fratello del presidente , che è stato «interrogato a più riprese assieme a persone a lui legate», sono relative a «reati finanziari», ha detto il portavoce.
Domenica 16 Luglio 2017, 15:05 - Ultimo aggiornamento: 17-07-2017 14:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP