Iran, l'annuncio dei Pasdaran: «La rivolta è stata sconfitta»

ARTICOLI CORRELATI
«La rivolta in Iran è stata sconfitta»: lo afferma il comandante dei Guardiani della rivoluzione (Pasdaran) generale Mohammad Ali Jafari. L'alto responsabile iraniano ha poi ha fatto riferimento, senza nominarlo, all'ex presidente Mahmoud Ahmadinejad, accusandolo di essere dietro alla sommossa. «Tutto è avvenuto dopo un appello di un sito affiliato a una persona che oggi parla contro il sistema islamico», ha detto Jafari.

L'Ue «sta seguendo da vicino le dimostrazioni in corso in Iran, l'aumento della violenza e la perdita inaccettabile di vite umane». Lo dichiara l'Alto rappresentante Ue Federica Mogherini, sottolineando che «dimostrazioni pacifiche e libertà di espressione sono diritti fondamentali che si applicano a ogni Paese, e l'Iran non fa eccezione». «Ci aspettiamo che tutte le persone coinvolte si astengano dalla violenza», l'Ue, avverte Mogherini, «continuerà a monitorare la situazione».

Visto l'«attuale contesto» in Iran, il presidente francese, Emmanuel Macron e il presidente iraniano Hassan Rohani, hanno deciso di «comune accordo» di rinviare la visita prevista alla fine di questa settimana a Teheran del ministro degli Esteri di Parigi, Jean-Yves Le Drian: è quanto si legge in una nota diffusa dall'Eliseo dopo il colloquio telefonico di ieri sera tra i due leader. Un'altra data «verrà fissata per via diplomatica. Gli scambi tra Parigi e Teheran continueranno nelle prossime settimane», si prosegue nella nota. Come già trapelato ieri sera, L'Eliseo conferma che Macron ha chiesto direttamente a Rohani di garantire il rispetto delle «libertà fondamentali, in particolare le libertà di espressione e di manifestazione» e si è detto «preoccupato» per «il numero di vittime legate alle manifestazioni» invocando «moderazione e pacificazione».
Mercoledì 3 Gennaio 2018, 15:59 - Ultimo aggiornamento: 4 Gennaio, 18:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP