Germania, antica chiesa abbattuta per fare posto a una miniera di carbone

di Franca Giansoldati

Gli attivisti di Greenpeace non ce l'hanno fatta. Nemmeno la loro azione di protesta è riuscita a salvare l'ex chiesa cattolica di San Lamberto a Immerath, nella regione della Renania, in Germania, dall'abbattimento. Gli ambientalisti hanno scalato la facciata della basilica appendendo uno striscione con scritto «Chi distrugge la cultura, distrugge esseri umani, #StopCarbone». L'azione era stata fatta per impedire che il colosso tedesco dell'energia RWE, che distribuisce elettricità a oltre 120 milioni di clienti, in Europa e Nord America, potesse abbattere la chiesa per allargare la sua gigantesca miniera di lignite a cielo aperto Garzweiler II. Gli attivisti di Greenpeace hanno anche aperto striscioni vicino agli escavatori. 

La cancelliera Angela Merkel ha promesso di rispettare l'obiettivo tedesco di riduzione del 40% delle emissioni di CO2 entro il 2020, ma questo è possibile solo con il bando del carbone.

Dopo alcune ore gli attivisti sono stati rimossi dalle Forze dell'Ordine ed è iniziato l'abbattimento della chiesa.
 
Lunedì 8 Gennaio 2018, 20:16 - Ultimo aggiornamento: 09-01-2018 17:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP