Gb, la fidanzata gli manda una foto hot a letto con l'amante: lui lo uccide

ARTICOLI CORRELATI
di Federica Macagnone

Quella foto ha scatenato tutta la sua gelosia. Era ossessionato da quella donna e, quando lei nel pomeriggio del primo luglio ha deciso di prendersi gioco di lui mostrandogli cosa stava facendo in quel momento, non è riuscito a reprimere la rabbia: nell'immagine che lei stessa gli aveva inviato c'era la donna che amava a letto con l'uomo che lui considerava colpevole della fine del loro rapporto. Voleva ucciderlo. E così ha fatto.
 

E una ricostruzione lucida quella che David Saunders, 33enne di Darlington, nel Regno Unito, ha fatto davanti ai giudici della Teesside Crown Court, che ora dovranno stabilire quale pena infliggergli per aver ucciso con una coltellata Michael Lawson, 34 anni, l'uomo che, secondo la sua ricostruzione, aveva mandato in frantumi la sua storia d'amore con Sarah Bramley, 27 anni, studentessa di giurisprudenza. Era il 1° luglio quando sul cellulare di David iniziarono ad arrivare diversi messaggi provocatori. Erano di Sarah, che gli comunicava non solo a parole di aver passato la notte con Michael ma, a testimonianza di quello che era successo, gli inviava una foto in una situazione intima con lui. Quando David ha visto quell'immagine è andato su tutte le furie: «Sto venendo a casa tua. Mi vedrai molto arrabbiato. Trattienilo da te» aveva scritto alla donna.

Dopo quelle parole di fuoco, era salito su un taxi e cinque minuti dopo era a casa dell'ex fidanzata. Fra i tre è scoppiata una lite furibonda che è finita in tragedia con il fatale accoltellamento di Michael. David è stato dichiarato colpevole dopo aver ammesso di aver inferto quel colpo mortale, ma nega di aver portato il coltello con sé con l'intenzione di uccidere. «Ero sconvolto - ha detto - Ero davvero arrabbiato. L'amavo e non era bello vederla a letto con un altro uomo. Mi ero fidanzata con Sarah nel novembre 2016, ma in aprile la nostra storia naufragò a causa di quell'uomo. Continuavamo ad andare a letto insieme, ma lei aveva rapporti sessuali anche con Michael. Quella mattina quella fotografia mi ha fatto infuriare. Quando sono arrivato a casa di Sarah, lui era ancora lì: gli ho detto che lei lo stava usando perché continuava a vedere anche me, a chiamarmi, a mandarmi sms. Lui mi ha detto di lasciarlo in pace e mi ha spinto: solo allora ho visto che aveva un coltello in mano. Gli ho tirato un calcio al polso, lui mi ha aggredito e io, che ero riuscito a impossessarmi del coltello, l'ho colpito, ma non volevo ucciderlo».

Il procuratore Nick Dry ha confermato che la donna continuava ad avere rapporti sessuali con entrambi gli uomini e ha aggiunto: «Erano tutti e due interessati a lei, ma non c'era alcun rapporto stabile. Quando Saunders ha ricevuto quel messaggio è impazzito di gelosia. Ha portato con sé il coltello con l'intenzione di uccidere». Adesso la parola spetta ai giudici che dovranno stabilire la pena per il killer. 
Giovedì 7 Dicembre 2017, 16:15 - Ultimo aggiornamento: 08-12-2017 19:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP