Ucciso da poliziotto a Genova, la moglie su Facebook: «Ti hanno tolto la vita, ti amerò per sempre»

ARTICOLI CORRELATI
«Volete la verità: mio marito aveva litigato con me e un pò con i fratelli. Ma era calmo». Lo ha scritto sulla sua pagina di Fb Nataly Giorgia Tomalà, la moglie del ventenne ucciso ieri dai poliziotti delle Volanti in un palazzo di Genova.

LEGGI ANCHE: Genova, ragazzo ucciso da poliziotto chiamato a casa dalla madre: l'agente è ferito

«Non solo, mio marito poi è tornato a casa e si è addormentato. Dopo si è svegliato e è andato in cucina a prendere un coltello. Il fratello, Santiago Tomàla Garcia, era lì presente e dopo è andato dalla madre a dire di chiamare me perché aveva bisogno. I poliziotti ne hanno approfittato e gli hanno tirato peperoncino negli occhi e lo hanno provocato. Loro gli hanno tolto la vita a mio marito, padre di mia figlia di due mesi. Voglio giustizia perché mio marito non era un delinquente, lavorava per me e per mia figlia e aveva un futuro con me. Non ti dimenticherò mai amore mio sei stato l'unico che ho amato veramente. Addio amore mio riposa in pace. Dio ti benedica ovunque tu sia».


 
Lunedì 11 Giugno 2018, 18:15 - Ultimo aggiornamento: 12-06-2018 11:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP