Trasporti: abbonamenti gratis
per studenti: ecco come accedere

Napoli - Trasporto pubblico gratis per andare a scuola e all'università È quanto prevede la campagna per gli abbonamenti al trapporto pubblico, voluta dalla Regione Campania, insieme con il Consorzio Unico Campania. La campagna è rivolta ai ragazzi dagli 11 ai 26 anni compiuti, residenti in Campania, che rispettino determinati requisiti. Sono richiesti, per accedere, oltre alla residenza e all'età, l'iscrizione alla scuola pubblica o parificata secondaria di primo e secondo grado (medie e superiori), università, master universitari o corsi di specializzazione universitaria post laurea; distanza casa-scuola superiore a 1 chilometro, certificazione Isee non superiore a 35mila euro.

Per i minori, la domanda deve essere presentata da un genitore o da un tutore. L'abbonamento è valido solo nei giorni feriali, senza limitazioni orarie, per la tratta dal Comune di residenza a quello in cui ha sede l'istituto scolastico. Il titolo può essere aziendale o integrato a seconda che lo studente utilizzi i mezzi di una sola Azienda per raggiungere l'istituto o i mezzi di più Aziende aderenti all'integrazione tariffaria. L'abbonamento può essere richiesto per le Aziende di Trasporto pubblico locale che effettuano servizi minimi di competenza della Regione Campania. L'abbonamento è valido fino al 31 luglio 2018.

Per richiedere l'abbonamento, la «Jamme Card», occorrono: un documento di riconoscimento in corso di validità; il codice fiscale; l'attestato Isee, ordinario, in corso di validità e relativo all'ultima dichiarazione dei redditi. Tale attestazione deve essere priva di annotazioni o omissioni, foto tessera in formato jpeg. In caso di prima emissione dell'abbonamento, occorre registrarsi direttamente ed esclusivamente online al sito www.unicocampania.it e cliccare sulla sezione «Abbonamento studenti» e seguire la procedura indicata.

Per i minorenni, la registrazione dovrà essere effettuata da un genitore o da un tutore. Attraverso quattro step dovranno essere inseriti i seguenti dati: i dati anagrafici dell'intestatario, la certificazione Isee, ordinario, in corso di validità e relativo all'ultima dichiarazione dei redditi. Tale attestazione deve essere priva di annotazioni o omissioni; le informazioni relative alla scuola o università che si frequentano; l'azienda o le aziende utilizzate per lo spostamento casa-scuola e la postazione dove ritirare l'abbonamento. Per i rinnovi, invece, sempre sul sito del Consorzio Unico Campania, esiste una sezione dedicata. In questo caso, occorre confermare tutti i dati dello scorso anno, e sarà necessario caricare soltanto l'attestato Isee, ordinario, in corso di validità e relativo all'ultima dichiarazione dei redditi.

Tale attestazione deve essere priva di annotazioni o omissioni. In entrambi i casi, bisognerà attendere la verifica della documentazione ed all'esito positivo - comunicato a mezzo mail - si potrà procedere al pagamento di 50 euro, di cui: 10 euro quale contributo annuale per le spese di gestione pratica e di emissione della smart card personalizzata e 40 euro a titolo di cauzione a garanzia della corretta applicazione della disciplina dell'agevolazione, che sarà restituito al termine dell'iniziativa o qualora non si rinnovi l'agevolazione per gli anni successivi. Il pagamento va effettuato online tramite PayPal o carta di credito oppure in contanti presso le ricevitorie Sisal. In caso di più richieste, presentante da un genitore per i propri figli, devono, comunque, essere effettuati pagamenti singoli.

Successivamente sarà possibile andare a ritirare il nuovo abbonamento presso la postazione scelta tra quelle abilitate. Qualora sia necessario apportare delle modifiche all'abbonamento dello scorso anno (ad esempio, cambiare la residenza o l'istituto scolastico frequentato) occorrerà aggiornare i 4 step previsti e caricare la documentazione necessaria. Il direttore del Consorzio, Gaetano Ratto, ha evidenziato che «l'iniziativa, confermata anche per quest'anno dalla Regione Campania, è una misura rilevante sia per gli studenti sia per le aziende, in termini di riorganizzazione strutturale dei servizi». «Gli abbonamenti entrano in vigore con l'inizio dell'anno scolastico - ha concluso - e sono validi fino al 31 luglio del 2018. Quest'anno le procedure telematiche».
Mercoledì 6 Settembre 2017, 14:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP