Sassi da cavalcavia, arrestati due 17enni per tentato omicidio

ARTICOLI CORRELATI
Torna l'incubo dei lanci di sassi contro le auto di passaggio. Negli ultimi quattro giorni la cronaca ha già registrato tre episodi, una vittima e l'arresto di due teen ager in Sicilia con l'accusa di tentato omicidio, un capo di imputazione pesante che dovrebbe scoraggiare emulazioni. I due diciassettenni arrestati sono stati sorpresi a lanciare sassi da un cavalcavia sulla A20 Palermo-Messina, all'altezza di Milazzo, intorno alle 3. I minorenni avevano già colpito un'auto in transito, raggiunta sul parabrezza da un pezzo di lastra di cemento utilizzata generalmente per la copertura dei canali di scolo delle acque piovane. Il pezzo di cemento ha frantumato il parabrezza, ammaccato il cofano e sfondato la mascherina anteriore destinata all'areazione nel paraurti, dove è rimasto in parte incastrato. Nell'auto colpita viaggiavano quattro persone (padre, figlia e due amiche della ragazza), tutte illese.

Le altre macchine sopraggiunte subito dopo hanno subito qualche danno a causa dei frammenti di cemento rimasti sull'asfalto. I due ragazzi sono stati trasferiti in un centro di prima accoglienza per minori. La polizia monitorava il cavalcavia perché una settimana fa, alla stessa ora, una volante era stata sfiorata da un sasso lanciato dal medesimo punto. Gli agenti, che si trovavano in quell'area, hanno quindi subito potuto bloccare i due teen ager.
Domenica 12 Novembre 2017, 19:16 - Ultimo aggiornamento: 13-11-2017 11:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP