Comune, via libera ai bus turistici: i tassisti napoletani all'attacco

di Valerio Esca

Mai più sulle strade cittadine senza l’ok del Comune. Ieri il Consiglio comunale ha approvato a maggioranza (con l’astensione del consigliere di opposizione Vincenzo Moretto) il «regolamento dei servizi di trasporto pubblico di linea autorizzati». Per lo più vengono colpiti quei bus turistici, di aziende locali, che effettuano servizi di navetta in città: basti pensare a Napoli City sightseeing, o a Tramvia. Ai tassisti napoletani, però, il regolamento non basta e non è escluso che nelle prossime settimane possano scendere nuovamente in piazza. Come già avvenuto tre settimane fa. L’atto è passato con una serie di emendamenti, proposti dal presidente della commissione Trasporti Nino Simeone, che gli stessi tassisti, attraverso i sindacati, hanno proposto nei giorni scorsi. Sembrerebbe dunque un controsenso, che parte della categoria non abbia stappato lo champagne a regolamento approvato. E invece i tassisti alzano il tiro e chiedono ora «più controlli» e «un nuovo regolamento per la categoria delle auto bianche».
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Martedì 17 Aprile 2018, 09:13 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2018 09:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP