Migranti, richieste di asilo: boom di ricorsi
Napoli al top della lista

Boom dei ricorsi in Italia contro il diniego allo status di rifugiato da parte delle Commissioni territoriali; una conseguenza diretta dell'aumento degli sbarchi di migranti sulle nostre coste, che proprio nell'anno passato ha fatto registrare numeri mai raggiunti (181.436) con un incremento del 18% rispetto al 2015 (153.000). In soli dieci mesi, da gennaio ad ottobre 2016, le impugnazioni presentate hanno dato luogo a quasi 38mila nuovi procedimenti davanti ai tribunali. Si tratta dei dati più aggiornati su questo fenomeno, che ha spinto il governo a intervenire con il decreto legge che vuole accelerare le procedure per l'asilo. E sono il risultato di un monitoraggio tra gli uffici giudiziari condotto dalla Settima Commissione del Csm, presieduta dal consigliere Claudio Galoppi. La pioggia di impugnazioni (nel dettaglio 37.899) ha investito soprattutto i distretti di Napoli (3.593), Milano (3.354), Palermo (2.906), Roma (2.837), Venezia (2.668), Firenze (2.102) e Catania (2.077). Appena sotto la soglia di 2.000,i distretti di Bari (1.969), Torino (1951) e Bologna (1.830). Negli stessi dieci mesi sono state invece quasi 4mila (3.958 per l'esattezza) le decisioni dei giudici di primo grado appellate: il primato dei ricorsi, 881, lo detiene la Corte di appello di Ancona. 
Venerdì 17 Febbraio 2017, 17:51 - Ultimo aggiornamento: 17-02-2017 17:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-02-18 04:45:32
e i ricorsi li pagiamo noi ovviamenti con avvocati compiacenti. ed invece quando l'asilo è negato lo stato DEVE espellerli subito, altro che ricorso. se è no , è no. la facessero una legge così e basta con questi sbarchi la povertà non si combatte importando altri poveri, la disoccupazione non si combatte importando altri disoccupati.

QUICKMAP