Melegatti vince la corsa sul tempo: pandoro e panettone nei supermercati

Melegatti vince la corsa sul tempo: pandoro e panettone nei supermercati
ARTICOLI CORRELATI
5
  • 849
Riecco il pandoro e il panettone Melegatti sulle tavole di Natale. È l'annuncio che arriva da Denis Moro, l'amministratore delegato della Melegatti 1894 Spa. «È stata una corsa contro il tempo. Il 19 novembre si sono concluse le operazioni di acquisizione, il 20 novembre la fabbrica ha riaperto le porte, assunto 35 lavoratori a tempo indeterminato, di cui gran parte ex dipendenti, e ha organizzato una piccola campagna natalizia che, per ovvie ragioni temporali, ha il baricentro nel Veneto. Solo la solida esperienza e la profonda passione che si respira nello stabilimento di San Giovanni Lupatoto hanno consentito il ritorno dei prodotti Melegatti sulle tavole natalizie», dice Moro.

Melegatti, il lievito madre di 124 anni tenuto in vita da due operai. Sui social: «Nominateli Cavalieri del lavoro»

Lo storico marchio dolciario nelle confezioni da 1Kg di Pandoro e da 1 Kg di Panettone è da oggi disponibile nei supermercati del Veneto e della Lombardia orientale e in alcuni punti vendita di Napoli, Roma e Milano. Da oggi e sino al 22 dicembre sarà attivo, nel consueto orario di lavoro, lo spaccio aziendale all'interno dell'opificio di San Giovanni Lupatoto, alle porte di Verona. Aprirà stamani anche il Temporary Shop targato Melegatti a via Dietro Anfiteatro 4, nel cuore della città scaligera, per consentire ai veronesi e ai turisti di riassaporare la qualità e la tradizione Melegatti. 
Venerdì 7 Dicembre 2018, 12:09 - Ultimo aggiornamento: 07-12-2018 14:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2018-12-07 17:13:05
A Napoli non li ho visti i Melegatti
2018-12-07 17:04:43
Ci piace il pandoro
2018-12-07 16:59:28
Attenzione,vi è in agguato il panettone dib Sal De Riso che parte appena dai 30€ per arrivare ai 189€, ma con guarnizioni in scaglie di oro... Li schifo è che se li produce è evidente che c'è chi li acquista... Ah dimenticavo di informare che entro due giorni deve essere consumato poiché non ha conservanti... Posso dare un consiglio? Conservate gli euro che dopo Natale gennaio è lungo...
2018-12-07 16:37:29
Pienamente d'accordo con storia_patria.... i nostri prodotti chi li compra? Ma NOI ovviamente.... è un obbligo direi morale consumare esclusivamente prodotti del SUD. Lasciamo stare campanilismi o altro, consumare prodotti a km 0 è un modo per salvaguardare i nostri interessi ( che nessun altro farebbe) e provvedere a un futuro meno infelice per i nostri figli e nipoti.
2018-12-07 15:23:49
Io certamente mangio gli struffoli cosi come dovrebbero fare tutti coloro che amano la propria terra consumando solo prodotti delle nostre terre. Costa di più? Se ne mangia di meno , fa bene alle tasche e si fa un favore ai nostri produttori. Compra dagli Abruzzi a Pantelleria il resto dei prodotti che facciano un viaggio andata e ritorno.

QUICKMAP