È infedele il marito che naviga sui siti di incontri on line. E la moglie può lasciare il tetto

È infedele il marito che naviga sui siti di incontri on line. E la moglie può lasciare il tetto
ARTICOLI CORRELATI
0
  • 745
La Cassazione ha respinto il ricorso di un ex marito che voleva addebitare la causa della separazione alla moglie per violazione dell'obbligo di coabitazione dopo che la signora se ne era andata di casa, piantandolo in asso su due piedi, appena scoperto che lui cercava altri incontri con compagnia femminile sul web.



I giudici sentenziano che
«non commette abbandono di tetto coniugale la moglie che sorprende il marito a navigare sul web in cerca di relazioni con altre donne, perchè si tratta di una circostanza oggettivamente idonea a compromettere la fiducia tra i coniugi e a provocare l'insorgere della crisi matrimoniale all'origine della separazione». L'uomo chiedeva anche di eliminare l' obbligo di contribuire con 600 euro al mese al mantenimento della moglie separata, una signora benestante e molto più giovane di lui, ma gli 'ermellinì hanno confermato l'assegno. Con questa sentenza, la Suprema Corte ha convalidato il verdetto emesso dalla Corte di Appello di Bologna che aveva equiparato la navigazione sui siti d'incontri alla violazione dell'obbligo di fedeltà.
Lunedì 16 Aprile 2018, 17:54 - Ultimo aggiornamento: 17 Aprile, 18:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP