Catastrofe a Genova, faro puntato sui controlli blandi da parte dei periti delle Infrastrutture

ARTICOLI CORRELATI
di Sara Menafra

2
  • 40
GENOVA - Sta diventando sempre più complicata la posizione dei membri della Direzione di valutazione della concessione, la struttura presso il ministero delle Infrastrutture che avrebbe dovuto controllare con cadenza trimestrale lo stato delle tratte autostradali affidate a società private. La commissione ministeriale voluta dal ministro Toninelli e dal sottosegretario Rixi, dopo il crollo del viadotto Morandi che ha portato con sé 43 vittime, oltre a valutare le cause del crollo ha anche competenze di ispezione interna su quella Direzione.

E la prima valutazione delle relazioni prodotte dall'ufficio parlerebbe di un quadro piuttosto carente, tanto che dopo la prima settimana di lavoro il gruppo guidato dall'architetto Roberto Ferrazza ha deciso che convocherà i dirigenti della Direzione per chiedere chiarimenti sul lavoro svolto: una convocazione non scontata, tanto più che le nuove norme danno ampi poteri agli ispettori interni anche di proporre sanzioni disciplinari.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Lunedì 20 Agosto 2018, 08:00 - Ultimo aggiornamento: 20-08-2018 10:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-08-20 15:31:18
Genova. Alle Ambulanze del soccorso arriva il verbale di mancato pagamento pedaggio da Autostrade per L’Italia Al crollo del ponte, alla tragedia umana ed economica, si aggiunge anche la beffa. Alla macchina dei soccorsi che si messa in moto arrivata la stangata – da Autostrade per l’Italia la verbalizzazione del mancato pagamento del pedaggio da parte dei mezzi di soccorso. A denunciarlo la Croce Bianca di Rapallo: “Autostrade per l’Italia ha emesso verbali di mancato pagamento per alcune ambulanze giunte in queste ore nel capoluogo ligure per i soccorsi”. Autostrade per l’ Italia ha chiaramente violato l’art. 373 c.2 lett. C del regolamento attuativo Codice della Strada che impone l’esenzione. Sulla questione intervenuto il Sottosegretario Rixi e, sotto sollecitazione Autostrade per l’ Italia ha emanato una nota, annunciando che le ambulanze non pagheranno più il pedaggio sulla propria rete.
2018-08-20 15:28:15
Ponte Morandi a Genova, un crollo annunciato Il ponte fu soggetto a interventi di risanamento sin dagli anni settanta per via della fessurazione e del degrado del calcestruzzo. Inoltre, per via di un'errata valutazione degli effetti di viscosità del calcestruzzo, che causò spostamenti differiti delle strutture dell’impalcato diversi da quelli previsti in fase progettuale, il piano viario del ponte si presentava con molteplici alti e bassi anziché orizzontale. Solo negli anni ottanta ripetute correzioni di livelletta portarono il piano viario a condizioni accettabili di semi-orizzontalità.Francesco Pisani, ingegnere oggi ottantenne che in precedenza aveva partecipato alla progettazione del viadotto: «Mi chiesero d' intervenire solo sulla campata verso levante (quella che ha ceduto è invece tutta a ponente, ndr ), dicendo che le altre due erano in condizioni accettabili e sarebbero state controllate con attenzione».

QUICKMAP