Muore a 80 anni e lascia un milione di euro in eredità ai suoi cani

Sapeva di essere vicino alla morte e, non avendo moglie né figli, ha deciso di lasciare tutti i suoi averi, del valore di circa un milione di euro, ai suoi due cani e a due associazioni di volontari che si occupano della tutela degli animali randagi. Questa è stata l'ultima volontà di un 80enne residente in provincia di Pavia, che ha fatto redarre il singolare testamento all'avvocato Francesca Zambonin, di Binasco.



A raccontare la vicenda sono 'La Provincia di Pavia' e TgCom24. La famiglia dell'uomo, di fatto, era composta da Piccola e Jack: una meticcia e un cocker, che vivevano con lui. Un tutore, un vicino di casa molto fidato e amante degli animali, si occuperà di accudirli amministrando i 20mila euro che l'uomo ha destinato per loro, mentre circa 890mila euro, tra immobili, titoli azionari e denaro in contanti, saranno versati in favore di due associazioni animaliste, la cui identità è rimasta segreta per volere dell'anziano.
Martedì 12 Dicembre 2017, 11:30 - Ultimo aggiornamento: 12-12-2017 12:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-12-12 16:56:59
Avrà pure qualche parente che riuscirà ad annullare questa follia, anche con una causa civile ?

QUICKMAP