Pastore attaccato e ucciso da un coccodrillo durante un battesimo nel lago

Pastore attaccato e ucciso da un coccodrillo durante un battesimo nel lago
Stava facendo un rituale battesimale in un lago quando, all'improvviso, è stato attaccato e ucciso da un coccodrillo, davanti ai propri fedeli. La vittima, Docho Eshete, è un 45enne pastore etiope. La tragedia è avvenuta nel lago Abaya, il secondo più esteso di tutta l'Etiopia e situato nella zona meridionale del paese.



A darne notizia è l'Independent, che riporta anche la testimonianza di un uomo che ha assistito alla scena: «Il pastore aveva appena battezzato la prima persona e stava passando alla seconda, quando all'improvviso è sbucato questo coccodrillo che lo ha ferito vistosamente alle gambe, alle braccia e alla schiena, trascinandolo via». Alcuni pescatori, che si trovavano nella zona, hanno cercato invano di salvare l'uomo: sono riusciti a mettere in fuga il coccodrillo, ma per il 45enne pastore non c'è stato nulla da fare.



Ad uccidere Docho Eshete è stato un coccodrillo del Nilo, una delle specie più pericolose esistenti nel continente africano. Questi animali, infatti, possono raggiungere i sei metri di lunghezza e i 1000 chili di peso, e secondo le statistiche sarebbero responsabili, ogni anno, di 300 attacchi contro gli esseri umani. Nel lago Abaya vivono moltissimi coccodrilli, spesso resi ancora più voraci dalla scarsa presenza di pesci e propensi ad attaccare l'uomo in quanto mammifero più lento in acqua.
Martedì 5 Giugno 2018, 20:16 - Ultimo aggiornamento: 05-06-2018 20:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP