«O me o i tuoi cani»: ultimatum alla moglie, lei sceglie i suoi animali

«O me o i tuoi cani», l'ultimatum del marito alla moglie che passa troppo tempo all'associazione cinofila
Liz Hazlem, 49enne appassionata cinofila, ha ricevuto da suo marito, Mike di 53 anni, uno strano ultimatum “o scegli me o i tuoi cani”. Liz è cresciuta mezzo ai cani, la madre allevava West Highland Terrier e suo padre aveva un'azienda di alimenti per animali, e diversi anni fa ha fondato la BedforBullies - associazione che salva cani Bull Terrier - e da quando ha iniziato la sua attività ha salvato e nutrito centinaia di cani. “Pensavo che dopo 25 anni, avrebbe capito che rinunciare ai cani non era nelle mie intenzioni. È arrivato da solo a questo punto e ora vuole rallentare. Ma personalmente non sono disposta a rinunciare a tutte le mie cose per lui” dice Liz, che con Mike ha un figlio di 22 anni Ollie. “È un lavoro molto impegnativo, gli spazi sono piccoli e non si puo avere un giorno libero. Lavoro fino alle 23 e per me non esistono vacanze” conclude la donna. 

I leoni litigano, il direttore dello zoo li caccia con una ciabatta



Mike ha lasciato Liz perché secondo lui la relazione si era evoluta solo intorno ai cani, che hanno tutti problemi comportamentali e medici ma dei 30 cani che si trovano nella sede dell'associazione di Liz 15 sono malati: cinque sono sordi, due hanno un solo occhio, tre sono cani ex combattenti, quattro soffrono di difetti fisici e uno ha consistenti danni al cervello. Nel corso degli anni Liz ha salvato circa duecento cani, oltre a svolgere l'attività di dog-sitter e dog-hotel. Dopo essersi separati Liz e Mike non hanno avuto nessun contatto e il business del canile di lei va a gonfie vele tanto che la donna aprirà una sede più grande entro il prossimo anno. 
Giovedì 7 Giugno 2018, 16:35 - Ultimo aggiornamento: 07-06-2018 19:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti

QUICKMAP