Chicca uccisa a calci dal suo «umano»
Salerno in piazza per chiedere giustizia

ARTICOLI CORRELATI
di Alessandra Chello

1
  • 5684
Aveva solo sei mesi. E si fidava. Credeva nel suo «umano» che amava come solo i cani sanno fare. In quel modo totale e incondizionato che li rende unici e speciali. Ma Chicca, poco più grande di uno scricciolo, ha pagato con la vita quel sentimento. Massacrata a calci senza un perché. Ridotto un povero peluche intriso di sangue e odio sul marciapiede del parcheggio di via Flacco. A Pastena, dove mercoledì scorso la furia assassina del 59enne «proprietario» della cagnolina identificato e fermato grazie a un video girato da alcuni passanti, ha messo fine per sempre a una vita appena sbocciata.
 
Domenica 19 febbraio alle 9 gli animalisti della Campania - guidati dalla Lega nazionale per la difesa del cane (sezione di Salerno) che ha lanciato l'iniziativa - si sono dati appuntamento proprio sul luogo del massacro. Una vera esecuzione che ha indignato il popolo del web e non solo. «Vogliamo giustizia per Chicca e tutte le altre vittime silenziose - dicono -. Chiediamo una legge che punisca finalmente i colpevoli. Vi aspettiamo numerosi lì dove c'è ancora la pozza del suo sangue: dove la vita e la civiltà allì'improvviso si sono fermate».

 
Venerdì 17 Febbraio 2017, 18:23 - Ultimo aggiornamento: 24-02-2017 14:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2017-02-17 23:38:28
Non ci sono parole, vergogna. Spero che vengano presi provvedimenti contro questo scellerato perchè se non lo si può considerare criminale lo si deve almeno considerare pazzo e pericoloso per l'incolumità della gente.......ma come si può....uccidere un cucciolo...

QUICKMAP