Alla Mostra d'Oltremare 3mila metri quadrati per i cani

di Emanuela Sorrentino

Spazio per accogliere i cani alla Mostra d'Oltremare con la possibilità di organizzare eventi dedicati agli amici a quattro zampe. Tremila metri quadrati saranno completamente ristrutturati e messi a disposizione dei cittadini e dei loro cani nel grande parco.  L'ente fieristico ha pubblicato un bando per l'affidamento in locazione dell'area che sarà destinata a "sgambatura libera e attività cinofile". La manifestazione d'interesse scade il prossimo 10 dicembre e si rivolge ad associazioni e operatori del settore che opereranno nella zona con un contratto di sei anni.
"Il nostro parco - spiega Donatella Chiodo, presidente di Mostra d'Oltremare - è molto frequentato anche dai nostri amici cani. Per questo ci siamo impegnati per dedicare loro uno spazio per poter giocare liberamente e in sicurezza. Speriamo che ci sia una ampia partecipazione in modo da poter assegnare l’area al miglior progetto".
L'area sarà divisa in due parti: 1750 metri quadrati saranno dedicati alla libera sgambatura dei cani, dove gli animali domestici potranno correre in libertà, 1350 metri quadrati saranno invece per le attività cinofile organizzate dal conduttore, che dovrà allestire a proprie spese sia l'area sgambatura (con costi che saranno scalati dai canoni di locazione) sia il capo di educazione cinofila, entrambe recintate, presentando un progetto che sarà esaminato dagli uffici di Mostra d'Oltremare e dall'Asl. "Sono molto soddisfatto - afferma il consigliere delegato di Mostra Giuseppe Oliviero - perché per questa manifestazione d’interesse abbiamo scelto di attivare un percorso di analisi approfondito che ci ha permesso di verificare innanzitutto quali fossero le aree maggiormente utilizzate per far passeggiare i cani. Poi, insieme alla ASL Napoli 1, abbiamo strutturato un bando per valorizzare al massimo questi progetti".
L'area avrà un impianto di illuminazione e il conduttore si occuperà anche della pulizia, della manutenzione ordinaria e straordinaria e del controllo di accesso. L'area avrà anche la presenza di un veterinario e nella zona di addestramento opereranno solo istruttori in possesso degli attestati di Enti riconosciuti. L'importo annuale per l'affidamento dell'area è di 12.000 euro. Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris esprime soddisfazione per il progetto: "Il Parco di Mostra d'Oltremare - afferma - è dei napoletani e quindi anche dei loro animali domestici. Apprezzo l'iniziativa di aprire una grande area dedicata proprio ai cani, con uno spazio per correre liberi e svolgere attività cinofile. Mostra d'Oltremare è un patrimonio che puntiamo sempre di più a valorizzare anche come grande luogo di aggregazione dei cittadini, che negli ultimi anni sempre più la vivono ogni giorno per fare sport, passeggiare, godersi uno spazio che sentono finalmente proprio. E' la strada che abbiamo scelto nella gestione del patrimonio pubblico e continueremo a percorrerla: il Parco di Fuorigrotta è ormai percepito davvero come un bene comune e condiviso da tutta la città".
E nel solco di una corretta gestione dell'area, Mostra d'Oltremare può contare sul sostegno dei servizi veterinari dell'Asl: "Parteciperemo - spiega Vincenzo Caputo, Coordinatore dei Servizi Veterinari ASL Napoli1 centro - al tavolo tecnico per l'assegnazione della zona, per dare l'autorizzazione e l'idoneità dell'area e vigileremo sul rispetto delle regole da parte dei padroni dei cani. In più la Regione Campania, attraverso il centro di riferimento di igiene urbana veterinaria, garantirà nell'area anche momenti divulgativi e incontri con la cittadinanza sugli animali che vivono in città. Continua così il percorso di collaborazione con Mostra d'Oltremare per la salvaguardia degli spazi verdi e degli animali, vogliamo tutti insieme che il parco diventi sempre di più un luogo di eccellenza per i cittadini e per i loro amici animali".
Sabato 20 Ottobre 2018, 13:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA




QUICKMAP