Catacombe, le accuse Vaticane
«La gestione è fuori controllo»

di Franca Giansoldati

ROMA. San Gennaro pensaci tu. È il pensiero in questi giorni delicati del gruppo di trentacinque ragazzi del Rione Sanità che si è inventato un lavoro grazie al santo, sperimentando per la prima volta la soddisfazione di guardare con fiducia al futuro, in un orizzonte altrimenti segnato dalla disoccupazione cronica. Il parroco che da quelle parti tutti conoscono per essere un vulcano di energie, sempre attivo su mille fronti e capace di grandi relazioni, don Antonio Loffredo, ha avuto la brillante idea di inserire i suoi...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Mercoledì 7 Novembre 2018, 22:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA



COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-11-08 18:58:05
ma se il Vaticano è ricchissimo, grande proprietario di immobili in Roma ed altrove, perchè venire a togliere ricchezza alla città di Napoli e lavoro a quei ragazzi che fanno da guida. Se hanno come sempre bisogno di soldi potrebbero iniziare vendendo anche il superattico in uso al cardinale Bertrone, non dimentichiamo che Gesù nacque in una stalla e visse sempre povero, se hanno veramente fede potrebbero almeno provare ad imitarne lo stile di vita.

QUICKMAP